Articolo top

Un weekend da incorniciare a Melbourne. Al record di vittorie di Novak Djokovic, il primo nella storia a portarsi a casa sette titoli dell’Australian Open, si aggiunge un altro primato: per la prima volta un evento del Grande Slam fa da cornice ad un torneo di esports. E lo fa con il videogioco più popolare del momento: Fortnite. Spalti gremiti alla Margaret Court Arena per assistere al Summer Smash event (sì, in Australia è estate), andato in onda anche sul canale ufficiale che potete trovare qui se volete rivivere le emozioni del Down Under.

TRIONFO DI X2TWINS JESSE – Dalle palline ai fucili a pompa, dagli ace agli headshot il passo è breve. Il torneo è stato suddiviso in due eventi. Il primo dedicato ai match in solo con in palio un montepremi di 500.000 dollari, il più alto della storia degli esports australiani. A trionfare è stato X2Twins Jesse che si è portato a casa 100.000 dollari. Seconda e terza piazza per Araki e notNaapr, premiati entrambi con 50.000 dollari. Di seguito al top ten

  1. X2Twins Jesse – $100,000
  2. Araki – $50,000
  3. 3. NotNaapr – $50,000
  4. 4. TheSchnake – $25,000
  5. 5. Gosu_Keith – $25,000
  6. 6. Jynx – $25,000
  7. 7. Dolf – $5,000
  8. 8. DevourOCE – $5,000
  9. 9. Kayez – $5,000
  10. 10. Tayler_is_me – $5,000

PRO E CELEBRITA’ IN CAMPO, C’È ANCHE KYRGIOS – L’evento clou ha visto sfidarsi 100 celebrità del mondo degli esports, dello spettacolo, del business ma anche dello sport reale. Armato di cuffie, mouse, tastiera e microfono si è presentato anche Nick Kyrgios, numero 67 della classifica ATP che già in passato aveva omaggiato Fortnite con un balletto dedicato al successo della Epic dopo aver vinto un match del circuito. Qui una clip per i più curiosi. Ogni giocatore è stato sorteggiato casualmente in gare duo. Nel field anche drLupo, Muselk, LazarBeam, ma anche il comico australiano David Hughes. La vittoria finale è andata a Harley “Mrfreshasian” Campbell. Per lui 50.000 dollari che, però, devolverà in beneficenza ad un’ente scelto dallo stesso gamer.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome