banner EAG2020 Article 700×150

In occasione del lancio per la Season 3 partirà ufficialmente anche l’esport di Apex Legends. Dal suo arrivo nel settore del gaming, nel lontano febbraio, Apex ha già coinvolto decine di giocatori competitivi e organizzazioni esport che per mesi si sono preparati attendendo il momento dell’esordio della scena competitiva del Battle Royale firmato Respawn Entertainment ed Electronic Arts. Dal 13 al 15 settembre giocatori e squadre avranno finalmente l’opportunità di mettersi in gioco sul serio nella splendida Cracovia, in Polonia.

Saranno 80 i team partecipanti che avranno a disposizione un tabellone a doppia eliminazione per avvicinarsi il più possibile alla fetta più del montepremi da mezzo milione di dollari. Cifre ancora lontane da un titolo come Fortnite, che nell’ultima stagione ha messo sul piatto 100 Milioni $, ma indicative del fatto che sia Respawn che EA abbiano la volontà concreta di puntare sulla scena competitiva del loro ultimo titolo. D’altronde i vari tornei organizzati negli ultimi mesi hanno fatto intendere che l’interesse per Apex Legends è più che vivo, sia per giocatori e organizzazioni esportive che per gli spettatori stessi. Il Twitch Rivals è stato il primo esperimento che ha portato, complice la recente uscita del gioco, un pubblico di decine di migliaia di persone a seguire l’evento. Ultimo in ordine di tempo, e ancora più importante, è stato il torneo di Apex presentato da ESPN e portato agli X-Games a inizio agosto: un torneo seguitissimo che ha goduto della partecipazione di team di primo livello, tra tutti i TSM poi vincitori del trofeo.

“Oggi allarghiamo ufficialmente la famiglia esport di EA con l’aggiunta di Apex Legends, titolo che vanta uno dei più importanti lanci nella storia dei videogiochi. Il Preseason Invitational è la chiave per i nostri prossimi passi nell’esport.” – Todd Sitrin, General Manager della divisione Competitive Gaming di EA

Orgoglio anche per l’Italia che sarà presente tra i team invitati con ben due team: QLASH e Samsung Morning Stars. Il primo, presentato appena un mese fa, è un roster tutto italiano composto da Omega, Shrp e Cybe8: i tre avevano raggiunto il massimo grado classificato, il Predator, appena poche settimane dopo l’apertura della ranked, continuando a confermarsi tra i migliori tre team europei nelle varie competizioni online. I QLASH hanno annunciato anche qualche sorpresa nel roster in vista della trasferta polacca.

Più recente invece l’annuncio dei Morning Stars che con un roster italo-svedese composto dal nostro amato Nisa e dai due scandinavi Leoded e Casper volerà a Cracovia per assicurarsi un posto tra i migliori. La speranza è che il derby italiano possa avvenire più in fondo possibile nel tabellone: avere un match fratricida ai primi turni non sicuramente quanto di più auspicabile per i colori azzurri.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome