banner EAG2020 Article 700×150

Apple diventa la quarta società di gaming al mondo. E ha superato perfino società storiche che operano esclusivamente nel mondo videoludico, quali Nintendo ed Electronic Arts. Risultato, questo, reso possibile dai guadagni registrati dall’App Store dove, solo dalle vendite dei videogiochi, Apple ha ricavato 9,45 miliardi di dollari nel 2018. Un incremento del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo un rapporto Newzoo, infatti, la casa di Cupertino, pur non essendo una produttrice di videogiochi, è tra le aziende che fatturano di più al mondo nel settore. 

Il servizio di streaming Apple Arcade, che dovrebbe debuttare entro fine anno, potrebbe determinare un ulteriore aumento degli introiti. Un panorama che rispecchia i consigli che Samik Chatterjee, analista della banca d’affari americana JP Morgan, aveva rivolto ad Apple a inizio 2019, invitandola a puntare “su streaming video o videogame” per ovviare al calo di vendite dei suoi famosi smartphone. Attualmente l’azienda di Cupertino ottiene solo una parte dei ricavati provenienti dalle vendite e transazioni su App Store, ma l’arrivo della piattaforma su sottoscrizione le consentirà di ottenere un flusso costante di introiti su base mensile, da sommare ai ricavi delle vendite sul negozio digitale per iPad e iPhone.

Secondo il rapporto Newzoo, davanti alla casa della Mela si sono piazzate solo Tencent (19,7 miliardi di dollari), Sony (14,2 miliardi di dollari) e Microsoft (9,7 miliardi di dollari). Ma con l’arrivo del nuovo servizio Apple Arcade, la casa di Cupertino potrebbe perfino riuscire a superare la “rivale” di Bill Gates e ad avvicinarsi ancora di più alla vetta, fino a minacciare Sony e Tencent.

I dati Newzoo mostrano che Apple ha battuto anche Activision Blizzard. Google si è fermata al sesto posto, Netease al settimo ed EA all’ottavo. A completare la top ten, ci sono Nintendo e Namco Bandai. Mentre restano fuori dalle prime dieci Take Two Interactive, Ubisoft, Warner Bros e Konami.

 

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome