I Fnatic si arrendono in finale contro i campioni in carica che bissano il successo dello Spring Split: i Mad Lions saranno il primo seed ai mondiali.

L’organizzazione spagnola conquista il secondo titolo iridato europeo, diventando la terza squadra dopo Fnatci e G2 Esports a riuscire nell’impresa di vincere entrambi i titoli LEC (o la vecchia EULCS) nello stesso anno, conquistando sia lo Spring che il Summer. Armut, Elyoya, Humanoid, Carrzy e Kaiser hanno ottenuto il loro secondo titolo come quintetto: nello Spring furono i Rogue ad arrendersi in finale dopo essere stati in vantaggio 2-0 e aver subito la rimonta, in questo Summer invece i Mad sono sempre stati in controllo dell’intero match, cedendo solo il secondo game ai Fnatic.

Il merito principale della vittoria dei Mad Lions è probabilmente da imputare al coaching staff che ha saputo gestire le energie fisiche e mentali del team dopo l’esperienza del Mid-Season Invitational che aveva creato difficoltà a tutte le squadre partecipanti a causa di un calendario eccessivamente fitto che non ha consentito ai giocatori di riprendersi per tempo. L’inizio di stagione, chiusa poi al terzo posto con 12 vittorie e 6 sconfitte, non era stato dei migliori, proprio a causa di una condizione di forma ancora non al massimo.

Per i Fnatic rimane una cavalcata trionfale che li ha visti partire dal primo turno di Loser Bracket e superare nell’ordine Vitality, Misfits e G2 Esports per 3-2, sempre al quinto game, per poi schiantare i Rogue 3-0 e cedere solo in finale ai preparatissimi Mad Lions che hanno vinto per manifesta superiorità. Il team di YamatoCannon può ritenersi più che soddisfatto del percorso intrapreso nonostante sia mancata la vittoria, assente ormai dal 2018: quinti nello Spring Split, con due cambi che si sono dimostrati scommesse vincenti, il secondo posto e il conseguente secondo seed ai Worlds è un risultato enorme viste le premesse.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome