Articolo top

Call of Duty è probabilmente uno dei titoli più noti nell’universo videoludico. Conosciuto anche con l’acronimo CoD, è una serie di videogiochi sparatutto in prima persona pubblicati da Activision Blizzard e sviluppati da Infinity Ward, Sledgehammer Games e Treyarch. La prima opera del franchise è uscita nel 2003, e dal 2005 l’editore ne ha rilasciato una all’anno. La saga comprende quindici capitoli ufficiali e otto spin-off. Dopo World War II alla fine del 2017, Black Ops 4 è l’ultimo capitolo disponibile e quello sul quale si disputeranno i tornei del 2019. Ecco dieci curiosità che lo riguardano:

1. manca una campagna in single-player, grande assente per chi si è appassionato allo story-telling dei precedenti titoli. Non si sa il perché di questa scelta. Pare che Treyarch ne stesse creando una e che Activision abbia bloccato tutto per qualche motivo;
2. c’è una nuova modalità Battaglia Reale chiamata Blackout. Cento giocatori si calano su un’enorme mappa, da soli, in coppia o in quattro e lottano per restare gli ultimi in vita. La mappa è piena di luoghi familiari come Nuketown e ci sono persino veicoli ATV (all-terrain vehicle) ed elicotteri da guidare;
3. a differenza che in Black Ops 3, Advanced Warfare e Infinite Warfare, non c’è il wall-running o il doppio salto. Questa è stata una delusione per alcuni giocatori, specialmente quelli più giovani, abituati ai giochi futuristici;
4. il multiplayer viene fornito con tutte le modalità più familiari, come Domination e Team Death Match. Manca la War Mode di Call of Duty WWII, ma in compenso sono presenti due nuove modalità: Heist e Control;
5. Call Of Duty Black Ops 4 è velocissimo. Mentre Call of Duty WWII consentiva di ricaricare con calma il fucile e scegliere la migliore attrezzatura per lanciarsi in battaglia, il nuovo gioco sviluppato da Treyarch per Activision butta il giocatore nella mischia dal primissimo momento senza passare dal via;
6. sono ormai 10 anni che esiste la modalità Zombie di Call, e Black Ops 4 al momento offre la più grande offerta di zombie. La modalità Zombie può essere giocata offline con l’intelligenza artificiale. Ma non da soli, insieme ai propri compagni;
7. non solo è stata introdotta una modalità Battaglia Reale, ma anche un sistema completamente nuovo per l’acquisto di elementi cosmetici. Ci sono nuove operazioni stagionali che includono una serie di cosmetici sbloccabili solo giocando. E c’è anche un negozio con oggetti che ruotano settimanalmente e che si comprano con i punti Call of Duty (acquistabili con denaro reale);
8. le azioni stealth sono una parte importante di Blackout, ben più che in altre modalità multiplayer di Call of Duty. Essendo le mappe molto più grandi, ci sono molti posti in cui nascondersi, impostare trappole e inseguire le proprie vittime. Come sempre, è possibile ascoltare i passi dei propri nemici se si presta attenzione ai suoni intorno;
9. nei passati capitoli di Call of Duty, quando il giocatore veniva ferito doveva nascondersi dietro una copertura e aspettare di tornare in salute. Questo accadeva automaticamente dopo un secondo o due senza sparare. In Black Ops 4 cambia tutto. In multiplayer si attiva una siringa di salute premendo su L1 (su PS4). Ma una volta usata, bisogna aspettare un po’ prima di poterla riutilizzare;
10. nella modalità Battaglia Reale, è tutto diverso: per ritornare in salute bisogna trovare pistole, munizioni, armature, e materiali di consumo curativi. Fortunatamente non è difficile imbattersi in questi oggetti nel corso del gioco.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome