banner EAG2020 Article 700×150

Parte mercoledì 18 settembre il percorso Business Oriented sugli esports di Esportsmag. Come annunciato ad agosto si tratta di una serie di approfondimenti studiati da esperti di business, che verranno proposti a partire dalla prossima settimana, sui nuovi modelli di investimento nel digitale pensati per rispondere, già da oggi e per il prossimo futuro, ai bisogni delle nuove e vecchie generazioni, in ambito di intrattenimento e divertimento digitale. In una parola: esports.

Un settore che anche in Italia vede già investimenti notevoli, con organizzazioni “storiche” ormai affacciate all’Europa (Campus Party Sparks, Samsung Morning Stars, QLASH, Mkers) e realtà operative in altri ambiti che ora guardano con interesse al settore degli esports, come la Ferrari, l’Orlandina Basket, e come le società di calcio di Roma, Sampdoria, Parma, Bologna, Empoli, Palermo, Carrarese (e altre grandi che potrebbero arrivare a breve) cui si aggiunge l’ultima, presentata giusto ieri da Adriano Galliani, il Monza Esports, segno che anche Silvio Berlusconi (proprietario del Monza tramite la controllata Fininvest) ha fiutato il potenziali di questo settore. Un’apertura al digitale che lo stesso Galliani non ha esitato a definire “necessaria per stare al passo coi tempi”.

L’appuntamento con il team di esperti guidati da Laura D’Angeli* è per mercoledì 18 settembre. L’articolo sarà disponibile su Esportsmag.it gratuitamente, per leggere l’articolo per intero sarà sufficiente iscriversi tramite il form che comparirà cliccando sul titolo, accedendo così a tutti i contenuti della prima tappa del percorso. Ogni settimana saranno proposti strumenti e idee per orientarsi sulle dinamiche di funzionamento e sulle opportunità di business di questo settore, tra media company, organizzazioni, pro player, organizzatori di tornei, publisher, e tutti gli altri attori presenti.

Si parte da una descrizione della situazione attuale del settore degli esports: numeri, attori e potenzialità. Con la prima puntata intitolata appunto “CONOSCIAMO IL SETTORE”. Di seguito, a cadenza settimanale, sempre di mercoledì, gli altri appuntamenti, arrivando a comporre uno sguardo d’assieme, a 360 gradi, a tutto il settore del videogioco competitivo e alle opportunità di business che offre. Di seguito tutte le tappe del percorso:

18 settembre – 1. CONOSCIAMO IL SETTORE – descrizione della situazione attuale del settore degli esports: numeri, attori e potenzialità.

25 settembre – 2. L’ESPERIENZA INTERNAZIONALE – Descrizione di alcuni casi di successo all’estero (come si sono organizzati e come riescono a fare business).

02 ottobre – 3. IL VALORE PER L’ECONOMIA DI UN PAESE –– Perché la Francia e la Spagna hanno deciso di puntare sugli eSports: modello di governance e prospettive di sviluppo.

09 ottobre – 4. ESPORTS: INTRATTENIMENTO CROSS CANALE – Gli eSports come potenziale di intrattenimento per canale: fisico, web e mobile (eSports bar, organizzatori di tornei online, etc.). Come fare business?

16 ottobre – 5. LE OPPORTUNITA’ PER LE MEDIA COMPANY.

23 ottobre – 6. GLI ESPORTS E IL BETTING.

 

*Laura D’Angeli è un business consultant con esperienza ventennale. Negli ultimi anni la sua attività si è concentrata sul settore del gaming ed ha seguito, in tale settore, lo sviluppo di primarie società di gioco, media company e Telco. Attualmente è impegnata anche nello sviluppo di progetti innovativi nel settore degli eSports al fine di individuare le migliori opportunità di business per i diversi attori della filiera.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome