I Game Awards torneranno in presenza a Los Angeles al Microsoft Theatre il 9 dicembre dopo che lo spettacolo dello scorso anno è diventato virtuale a causa della pandemia di covid-19. Ospitati e prodotti dall’imprenditore dei media Geoff Keighley, i Game Awards sono in circolazione dal 2014 come evento annuale, in stile red carpet e simile agli Oscar, per commemorare i migliori videogiochi dell’anno.

Quest’anno, Keighley ha detto che ci saranno sei importanti annunci di videogiochi e una serie di trailer cinematografici che debutteranno all’evento. Star del cinema come Keanu Reeves e Simu Liu faranno parte dello show. “C’è una linea sottile tra attingere al potere delle star di Hollywood per pilotare l’hype dei Game Awards e distrarsi dal focus sui videogiochi”, ha detto. Keighley ha anche notato che è entusiasta di vedere altri giochi in arrivo per PlayStation 5 e Xbox Series X | S che dovrebbero dimostrare meglio le capacità di quei sistemi.

Sebbene i dettagli sulla scaletta esatta dell’evento rimangano un segreto ben custodito, i nominati per il gioco dell’anno includono “Deathloop”, “It Takes Two”, “Metroid Dread”, “Psychonauts 2”, “Ratchet and Clank: Rift Apart” e ” Resident Evil Village.” Le prime reazioni alle nomination sui social media hanno espresso una mancanza di entusiasmo quest’anno, accompagnate dalle lamentele più tradizionali delle persone che si chiedono perché i loro preferiti non fossero stati inclusi.

Keighley ha dichiarato la scorsa settimana che era entusiasta di tornare a una versione di persona dei Game Awards in cui il pubblico potesse essere coinvolto. “Quest’anno vedremo molto di più nonostante le sfide poste dalla pandemia”, ha affermato. I Game Awards sono coordinati da un consiglio di amministrazione composto da diverse importanti aziende del settore, tra cui Rob Kostich, presidente di Activision Blizzard, una società di videogiochi che è stata citata in giudizio dal Department of Fair Employment and Housing della California alla fine di luglio per denunce di discriminazione di genere e molestie sessuali, ed è stata presa di mira da azionisti, dipendenti, agenzie federali e, più recentemente, editori di giochi e tesorieri statali.

Keighley ha detto che sta pensando a come “navigare” il coinvolgimento dell’evento con Activision Blizzard, proprio mentre i principali editori di videogiochi hanno affermato che stanno rivalutando le loro relazioni con l’azienda preoccupati per le accuse della causa e quelle riportate in un recente articolo del Wall Street Journal.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome