Articolo top

Se e come il cloud gaming di Google influirà sulla scena competitiva ancora non lo sappiamo. Sappiamo tuttavia che Google Stadia si preannunciava come una grande rivoluzione, e probabilmente manterrà le promesse. Da ieri sera infatti, dopo la conferenza Google Stadia Connect che ne ha annunciato i dettagli a tutto il mondo (o quanto meno ai 14 paesi che inizialmente potranno usufruire del servizio), abbiamo le idee un po’ più chiare.

Confermate tutte le informazioni comunicate in fase di lancio. Ma ecco, dunque, punto per punto, cosa sarà Google Stadia:

  1. Google Stadia arriverà in Italia a novembre 2019. Oltre all’Italia il servizio sarà disponibile anche in Francia, Germania, Spagna, Belgio, Olanda, Regno Unito, Danimarca, Svezia, Irlanda, Norvegia, Finlandia, Canada e ovviamente USA.
  2. Conviene partire dalla verifica della connessione. Per avere una esperienza ottimale (
  3. 4K 60 FPS HDR con audio surround 5.1) con il cloud gaming di Big G serve almeno una linea che consenta un download pari o superiore a 35 Mbps.
  4. 20 Mbps consente di giocare con risoluzione 1080p, 60 FPS HDR, con Audio surround 5.1. Scendendo a 10 Mbps occorre accontentarsi di 720p, 60 FPS.
  5. Come anticipato non servirà nessuna console, nessun download, nessuna patch, nessuna installazione. Si gioca dalla tv di casa collegando il dispositivo Google Chromecast. Volendo si potrà usare il computer, il tablet o uno smartphone (almeno inizialmente solo su Pixel 3/3 XL e 3a/3a XL), con le periferiche tradizionali: tastiera, mouse, controller USB HID (al posto del controller Stadia). Non servono dispositivi perché Google Stadia sfrutta i datacenter Google diffusi in tutto il mondo, con ogni server che monta una GPU Custom AMD da 10,7 teraflops e un processore x86 custom con frequenza da 2,7GHz.
  6. Google si impegna a garantire sempre una connessione fluida e ottimale per poter giocare quando si vuole, dove si vuole e su qualsiasi display collegato alla rete (servirà un account Google). Di fatto il nuovo “servizio” si aggiunge ai tantissimi strumenti che già utilizziamo quotidianamente, come Gmail, Drive, Calendar, Duo, Keep e molti altri.
  7. Veniamo al costo: il pacchetto Stadia Pro costerà 9,99 euro al mese, e garantirà il top delle prestazioni audio e video. Comprende giochi gratuiti e prevede sconti sul catalogo di giochi.
  8. Ci sarà anche uno Stadia Base, gratis, che consentirà di acquistare il singolo gioco, ma non darà accesso alle prestazioni top (al massimo si arriverà a 1080p / 60 FPS / stereo) senza giochi gratuiti, senza sconti sui giochi a catalogo.
  9. Fin da ora si può preacquistare, a 129 euro, il pacchetto Stadia Founder’s Edition, che comprende il Google Chromecast Ultra, un controller Stadia in edizione limitata, colore Night Blue (gli altri in commercio saranno Just Black, Clearly White e Wasabi), e due abbonamenti Stadia Pro della durata di tre mesi (il secondo è un abbonamento Buddy Pass, da regalare a un amico).
  10. Per avere un secondo controller? Al momento è possibile solo negli USA, al costo di 69 dollari, ma a breve dovrebbe essere possibile anche negli altri paesi (il costo probabile sarà di 69 euro, visto che finora tutti i prezzi in dollari sono stati convertiti in euro considerando un rapporto di 1 a 1).
  11. Quali giochi? Al lancio si troveranno titoli esclusivi, come Gylt e Baldur’s Gate 3, e qualche decina di altri titoli che partono dal Destiny 2 (comprensivo dell’ultima espansione Shadowkeep) Assassin’s Creed OdysseyGhost Recon Breakpoint, Tomb Raider Trilogy, Darksiders Genesis, Just Dance 2020, Trials Rising, Borderlands 3, Farming Simulator 19, Mortal Kombat 11, Final Fantasy XV, Metro Exodus, Grid, Samurai Shodown, Football Manager 2020, Get Packed, The Elder Scrolls Online, The Crew 2, The Division 2, Power Rangers: Battle For The Grid, Rage 2, Dragon Ball Xenoverse 2, Doom Eternal, Wolfenstein: Youngblood, Thumper, Nba 2K. Ma Google ne promette anche molti altri.

Articolo bottom

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome