Articolo top

Se in Cina è l’anno del Maiale, nel mondo degli appassionati di Hearthstone si apre l’Anno del Drago. Ecco una panoramica delle novità rispetto al 2018, denominato da Blizzard anno del Corvo. Novità che saranno all’insegna di una maggiore flessibilità.

ROTAZIONE STANDARD – Come ogni anno lo staff di Hearthstone rinnova il formato Standard, con una nuova rotazione dei set di carte finalizzata a una più ampia esplorazione nella varietà dei mazzi. Nell’ambito della turnazione annuale, nove Carte entrano a far parte delle Vecchie Glorie per mettere in risalto l’identità di ogni classe, sia per quanto riguarda i punti di forza, sia per i punti deboli.

VECCHIE GLORIE – Ecco l’elenco delle Vecchie Glorie introdotte: Naturalizzazione; Demone Guardiano; Favore Divino; Baku la Mangialune; Genn Mantogrigio; Cervo Tenebroso; Gatto Nero; Falena Splendente; Murena Scossabuia.

ESPANSIONI – Per la prima volta nella storia del gioco di carte, sono previste tre espansioni nel corso dell’anno. Con l’arrivo della prima espansione del 2019, altri tre set di carte entreranno a far parte esclusivamente
del formato Selvaggio.

VARIE – Tra le altre modifiche, Blizzard segnala: una nuova selezione di carte dell’Arena; un approccio diverso per quanto riguarda l’evoluzione dell’esperienza per giocatore singolo; il cambio delle missioni Leggendarie; l’aggiunta di un’opzione dorso delle carte casuale; l’autocompletamento del mazzo più intelligente; più modi per ottenere gli eroi Dorati.

HCT WINTER – Nel frattempo dal 28 febbraio al 3 marzo si staccano gli ultimi 4 biglietti validi per la partecipazione ai Mondiali di Hearthstone. Tutte le gare saranno trasmesse in diretta su Twitch a partire dalle 17.30.

 

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome