Articolo top

Bossari apre la sua House of Esports con il Katowice Royale. Con trenta minuti di collegamento da uno studio televisivo che sembrava uno screenshot di Fortnite Daniele Bossari ha rotto il ghiaccio che, in Italia, separava il mondo eSports da quello televisivo. Lo ha fatto parlando di uno dei tornei eSports più importanti del mondo, se non altro del mondo occidentale, l’Intel Extreme Master di Katowice, che da 13 anni propone tornei di videogame competitivi, tra i quali debutta da quest’anno Fortnite.

SEMPLICE E CHIARO – Uno studio che ricorda senza dubbio Fortnite, con Bossari e i suoi ospiti accerchiati da costruzioni e oggetti disegnati in uno stile cartoon molto simile a quello del gioco Epic Games. Ma anche un divanetto che richiama il classico salotto televisivo, e fa da trait d’union da due mondi finora molto distanti. Una scelta sicuramente non casuale, per arrivare sia ai millenials che ai loro genitori, per parlare a chi Fortnite lo conosce senza spaventare, senza mettere barriere. A partire dal linguaggio, esplicativo, semplice, chiaro sin dall’introduzione con una scheda che presenta alcuni numeri del mondo esports, degli appassionati e dei montepremi, facendo capire a grandi linee la caratura che ha raggiunto ormai questa industria dell’intrattenimento.

GLI OSPITI – Adeguata anche la scelta degli ospiti. Il caster Ivan Grieco, conosciuto in rete come Rampage in The Box, e lo streamer Thomas Avallone, “Hal”, molto precisi, e concisi, nel rispondere alle richieste di spiegazione di Bossari su Fortnite, sul torneo in corso (quello di Katowice, in Polonia, uno dei più importanti al mondo), sull’unico italiano in gara, Giorgio Calandrelli, alias “Pow3r”, su quanto conta la fortuna per vincere (in Fortnite più che in altri giochi) e nel commentare gli highlight presentati a video. Azzeccata anche la durata: 30 minuti con una sola pausa pubblicitaria. Ora attendiamo domani.

IL TORNEO – Oggi andava in scena quello che è stato definito “antipasto”, ossia il torneo singolo che Pow3r (pro player del team Fnatic) ha “sfruttato” probabilmente per conoscere la nuova mappa (introdotta proprio per questo torneo). Domani il clou del Katowice Royale, con la prova a squadre, 2 contro 2, dove i pro player inizieranno davvero a fare sul serio. In palio c’è un montepremi importante, di ben 500 mila euro. La fase finale sarà trasmessa in diretta su Dmax a partire dalle 19, ma sarà visibile anche sulla piattaforma digitale di Discovery, DPLAY, che proporrà anche dei contenuti extra.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome