L’organizzazione esports ha annunciato il proprio ingresso nella scena competitiva di Rocket League: nel roster anche Lorenzo Tongiorgi.

I Natus Vincere sono una delle organizzazioni storiche del panorama europeo con una forte presenza nella scena dell’Est: la loro origine ucraina d’altronde è sempre stato un tratto distintitivo delle attività nel gaming competitivo che non gli ha tuttavia impedito di farsi un nome in tutto il mondo. Da Dota 2 a Counter-Strike, fino ad arrivare a oggi con Rocket League, un gioco in costante ascesa di giocatori, di appassionati e di pubblico. 

 

I Natus Vincere hanno rivelato il proprio nuovo roster che competerà a livello europeo per cercare di raggiungere le qualificazioni alla prossima Rocket League Championship Series 2020-21 Fall, competizione che vanta un montepremi da 100.000 $. Per tentare la scalata i Na’Vi hanno messo sotto contratto i giocatori del team Fadeaway che il 22 e 24 si giocheranno l’ingresso nel torneo.

Tra loro il tedesco Maik “Tigreee” Hoffmann, lo spagnolo Luis “LuiisP” Puente Pena e soprattutto l’italiano Lorenzo “Dead-Monster” Tongiorgi, uno dei migliori giocatori italiani attualmente esistenti al mondo e campione della sesta stagione della TCS Esports League. “Sono orgoglioso di diventare il primo giocatore italiano nella storia a giocare per questa organizzazione: non vedo l’ora di cominciare a lavorare con il team e mostrare a chiunque di cosa sono capace.”

A guidare il team sarà il coach Simon “s1moN” Bicking che in precedenza ha già lavorato con Tigreee ai tempi dei Mousesports e del Monaco Esports. Tanti anni di esperienza per un allenatore che avrà il compito di portare la squadra ai massimi livelli competitivi su Rocket League.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome