Il direttore e creatore di Overwatch Jeff Kaplan lascerà la Blizzard dopo quasi 20 anni con la compagnia. Kaplan è stato l’epicentro della comunità di Overwatch sin dall’inizio, essendo di ispirazione per i giocatori con il suo viaggio da giocatore a sviluppatore.

La notizia dell’abbandono di Kaplan è scioccante, ed è stata rivelata dalla società sul suo blog insieme all’annuncio del cambio di leadership per Overwatch. Nonostante l’addio di Jeff il ruolo di game director non resterà vacante: Blizzard infatti. ha promesso ai fan che Overwatch 2 sta continuando il suo sviluppo sotto il timone di Aaron Keller. Keller è un membro fondatore del team di Overwatch e assumerà il ruolo di Kaplan.

“Parlando di Overwatch 2, lo sviluppo sta continuando a buon ritmo“, ha detto Keller in una lettera aperta ai fan. “Abbiamo una visione eccezionale su cui stiamo costruendo e la reazione di molti di voi agli aggiornamenti che abbiamo condiviso alla BlizzConline ci ha entusiasmati. Abbiamo grandi rivelazioni pianificate per quest’anno mentre ci avviciniamo al lancio. Condivideremo molto presto aggiornamenti più frequenti sui progressi di Overwatch 2 e sulle nuove funzionalità del gioco in arrivo”.

Lo stesso Kaplan ha risposto con una sua nota personale, dicendo: “È stato davvero l’onore di una vita avere l’opportunità di creare mondi ed eroi per un pubblico così appassionato. Voglio esprimere il mio profondo apprezzamento a tutti coloro che in Blizzard hanno supportato i nostri videogiochi, i nostri team e i nostri giocatori ma voglio fare un ringraziamento speciale ai meravigliosi sviluppatori che hanno condiviso con me il viaggio della creazione di Overwatch”. Emblematica l’assenza di qualsivoglia riferimento al management della stessa Blizzard o di Activision. Blizzard promette che un aggiornamento più completo è all’orizzonte. Per ora, dobbiamo dire addio a Kaplan e a tutto ciò che ha fatto per mantenere la comunità di Overwatch sana, piena di speranza ed entusiasta per il futuro.

Questo cambiamento epocale arriva sulla scia di alcuni anni difficili per l’azienda sotto il timone di Activision. Dalla censura relativa alle proteste di Hong Kong a una serie di questioni riguardanti la trasparenza che una volta era al centro dell’attenzione dell’azienda, il sentimento dei fan verso Blizzard e ciò che rappresenta è cambiato radicalmente nel corso degli anni. Lo scossone principale è stato avvertito quando Activision ha licenziato bruscamente più di 800 dipendenti nonostante un anno notevolmente redditizio nel 2019. La reputazione dello studio ha subito un altro colpo quando Activision ha cambiato idea e ha immediatamente cercato di assumere il doppio delle persone dopo il fatto.

Blizzard è sempre stata venerata come una delle comunità di gioco più attente ai giocatori. Dopo gli importanti cambiamenti di leadership degli ultimi anni, la spinta finanziaria di Activision, la rimozione di alcune figure direzionali fondamentali e il sovvertimento della filosofia dello studio, è difficile non considerare la partenza di Kaplan come una perdita enorme per ciò che rende Blizzard così speciale. Non tutto è ancora perduto e in conclusione voglio lasciarvi con le parole con cui Jeff ha chiuso il suo addio.

“Non accettare mai il mondo come è. Osa sempre immaginarlo per quello che potrebbe essere”.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome