banner APP ESM 700×150

Le entrate delle scommesse sugli esports raggiungeranno la quota di 1,6 miliardi di dollari entro il 2023, mentre una nuova ricerca dell’agenzia di ricerca globale 2CV e ProdegeMR, intitolata “Esports Gambling: un’improbabile alleanza per sbloccare l’opportunità indiana”, mostra un’impennata di crescita durante la pandemia globale. Nella seconda tranche di ricerche condotte per la prima volta nel Regno Unito all’inizio della pandemia ad aprile, gli ultimi dati dei giocatori indiani mostrano un crescente interesse per le scommesse sugli esports, con la diffusione del Covid-19 che gioca un ruolo significativo nell’accelerare questa crescita.

2CV e ProdegeMR hanno condotto un sondaggio su 756 giocatori d’azzardo di età compresa tra 18 e 54 anni – tra il 3 e il 9 settembre 2020 online con coloro che hanno giocato con qualsiasi mezzo negli ultimi tre mesi – esplorando il loro comportamento di gioco e le loro esperienze con gli esports e come il Covid-19 abbia influenzato entrambi. Il sondaggio ha rilevato che sebbene il gioco d’azzardo sia illegale o strettamente regolamentato in tutti gli stati dell’India, la maggior parte degli adulti indiani gioca in qualche forma ogni anno. Con il 59% dei giocatori che scommettono tipicamente sugli sport, la pandemia ha avuto un “impatto drammatico” su come e dove si è potuto scommettere. Il 44% dei giocatori d’azzardo ha ridotto la propria spesa per il gioco d’azzardo a causa della pandemia, con l’84% che concorda di aver attivamente cercato nuove cose su cui scommettere e il 69% ha già spostato la spesa su altre forme di gioco d’azzardo.

Alcuni di questi cambiamenti hanno portato a un aumento del gioco d’azzardo sugli esports, con il 9% che ha scommesso su questo segmento negli ultimi 3 mesi – il 62% dei quali ha iniziato a scommettere sugli esports solo dall’inizio della pandemia. Un ulteriore 31% degli scommettitori sta valutando attivamente la possibilità di scommettere sugli esports nei prossimi 3 mesi.

Nonostante questi sviluppi positivi, le norme oscure, la mancanza di consapevolezza e la mancanza di accesso sono alcuni dei maggiori ostacoli all’adozione del gioco d’azzardo esports in India. Oltre l’85% dei giocatori d’azzardo “non esports” ha dichiarato di aver bisogno di maggiori informazioni prima di poter iniziare a scommettere, mentre l’81% dei giocatori che considerano le scommesse sugli esports lo farebbe se ci fossero più giochi sportivi su cui scommettere.

James Redden, amministratore delegato di 2CV Singapore, commenta così i risultati della ricerca: “Con un ampio pool di giocatori mobili (stimato in 250 milioni), il potenziale di crescita degli esports è enorme. Un potenziale gioco di scommesse potrebbe accelerare ulteriormente questa crescita”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome