banner APP ESM 700×150

Buone notizie per chi ama gli esports: internet in Italia ha guadagnato il 22% di velocità negli ultimi 12 mesi. E’ quanto emerge da uno studio condotto dal portale Sostariffe.it, che ha pubblicato l’analisi sulla velocità media nazionale. Ma attenzione, andando oltre alla media si scopre che rose e fiori non sbocciano proprio dovunque. Lo studio è stato condotto grazie allo strumento di rilevazione della copertura e della velocità Internet a casa.

Partiamo dai dati positivi: la velocità di navigazione è cambiata in positivo in tutte le Regioni d’Italia, fatta eccezione per la Valle d’Aosta, con un incremento medio del 22,86% su base nazionale. È il Centro Italia il principale protagonista di questa crescita, con punte che hanno superato il 50% di differenza nel confronto tra 2019 e 2020. L’ultimo osservatorio Sostariffe.it ha esaminato nel dettaglio l’evoluzione della velocità di connessione nel periodo compreso tra gennaio e settembre dei due anni.

Nonostante l’Italia viaggi ancora a velocità di navigazione differenti, non si può dire che nel corso dell’ultimo anno sia rimasta ferma per quanto riguarda la velocità di connessione a livello nazionale. Probabilmente sono stati anche lo smart working e il tempo extra trascorso in casa, per via del lockdown, che hanno in parte contribuito al miglioramento delle velocità di connessione, legato a una maggiore richiesta di connettività da parte degli utenti.

La media nazionale ha, infatti, fatto registrare un incremento pari al 22,86%, che si è verificato in modo più o meno omogeneo in tutto il Paese, con l’unica eccezione della Valle d’Aosta, in cui si registra un lieve rallentamento. L’ultimo osservatorio Sostariffe.it ha preso in esame qual è stato l’aumento percentuale che si è verificato nelle varie Regioni, stilando l’elenco di tutti i miglioramenti avvenuti.

Dallo studio, che ha confrontato i dati dello speed test presente sul suo portale, emerge che le Regioni nelle quali si sono verificati gli incrementi della velocità di connessione più elevati tra il 2019 e il 2020 sono state quelle del Centro Italia. In particolare è la Campania quella in cui sono stati registrati i maggiori progressi, con un aumento della velocità di download del 67,26%: si è passati da 39.22 Mbps a 65.6 Mbps. Tra le altre Regioni virtuose ci sono state poi il Lazio, le Marche e l’Umbria. In Lazio c’è stato un rialzo del 58,98%, con una velocità di download che è slittata da 32,47 Mbps a 51,62 Mbps, mentre nelle Marche e in Umbria sono stati raggiunti degli incrementi del 37,95% e del 33,17%.

Sono sei le Regioni nelle quali si sono registrati degli aumenti della velocità di connessione compresi tra il 20% e il 30%. Andando in ordine decrescente, si tratta del Trentino-Alto Adige, in cui la velocità di connessione è passata da 21,67 Mbps a 28,1 Mbps (+29,67%), seguito dall’Emilia Romagna (+29,16%) e dal Molise (+29,09%).

Gli abitanti del Veneto navigheranno alla velocità di download di 33,17 Mbps, quando lo scorso anno era di 26,64 Mbps (+24,51%), mentre le velocità di navigazione di Abruzzo e Lombardia risultano pari a 39,53 Mbps (+23,53%) e 42,04 Mbps (+20,53%).

Per quanto riguarda la situazione nel resto del Paese, in Liguria, Basilicata, Sicilia e Toscana ci sono stati rialzi nella velocità di connessione pari rispettivamente al 18,97%, 12,90%, 11,90% e 10,64%. Nelle restanti Regioni, invece, la connessione si è mossa rispetto al 2019, ma in percentuali inferiori al 10%. Nello specifico, la Sardegna è passata da 37,76 Mbps a 41,49 Mbps (+9,88%), il Piemonte da 41,71 Mbps a 45,08 Mbps (+8,8%), la Calabria da 32,32 Mbps a 33,14 Mbps (+2,54%) e il Friuli-Venezia Giulia da 29,22 Mbps a 29,53 Mbps (+1,06%).

Fanalino di coda della classifica è la Puglia, dove la differenza della velocità di download rispetto al 2019 è soltanto dello 0,07%. Lieve regressione per la Valle d’Aosta, dove si riscontra, invece, un calo della velocità di rete del 3,68%: in questo caso, il rallentamento potrebbe essere dovuto alla saturazione della banda larga che è avvenuta durante il lockdown.

Per togliersi ogni curiosità relativa alla propria connessione domestica, Sostariffe.it propone uno strumento di speed test (lo stesso utilizzato anche per le rilevazioni dello studio presentato oggi), oltre a un comparatore di offerte internet casa di Sostariffe.it.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome