banner EAG2020 Article 700×150

Il mercato cinese degli eSports, dominato da Tencent, è in continua evoluzione. Partnership ed investimenti sono ormai all’ordine del giorno, sempre rigidamente avallati e controllati dall’onnipresente Governo cinese. Tra le novità l’iniziativa della provincia cinese di Hainan, che ha proposto un programma per lo sviluppo degli eSports, e l’annuncio di una partnership tra Team Liquid e Huya.

La provincia cinese di Hainan ha stanziato circa 145,6 milioni di dollari per la crescita del mondo del gioco competitivo. Tra i progetti vi sono la costituzione di un fondo di sviluppo; lo stanziamento di aliquote fiscali agevolate per le imprese (che farebbero di Hainan la 12/a provincia cinese di libero scambio); una corsia preferenziale per i pro player di 59 Paesi per l’assegnazione del visto internazionale; l’istituzione di un meccanismo di approvazione dei nuovi tornei più veloce e pratico. Tra le iniziative anche l'”Hainan Esports Thousands Talent”, un programma di incentivi e benefici per i giovani talenti asiatici, che propone agevolazioni sull’acquisto della casa, programmi educativi specifici e altro ancora. Tra gli eventi futuri già in programma ad Hainan vi sono il Tencent Global Esports Arena (TGA) Winter Championship, il League of Legends Annual Summit e il Tencent Digital Culture Festival.

E se nel Tencent Global Esports Annual Summit di cui sopra viene fatto l’elenco di ben 11 partnership nella provincia di Hainan (tra cui quelle con due Team,  Royal Never Give-Up e QG), non passa sotto silenzio l’accordo tra uno dei Team eSports più conosciuti, il Team Liquid e Huya, una piattaforma di streaming online, una sorta di “Twitch cinese”. La partnership prevede, tra l’altro, la ritrasmissione dei flussi di streaming di Twitch sulla piattaforma cinese attraverso Restream.io, un sistema di back-end che consente ai giocatori di fare “restreaming” su piattaforme diverse. Il pubblico asiatico potrà ammirare i pro players del Team Liquid battagliare in League of Legends, CS:GO, Apex Legends, PlayerUnknown Battlegrounds e Hearthstone. Un’ottima vetrina per la squadra olandese, che ha visto incrementare i suoi fans in Cina a partire dal 2015 e che avrà ora visibilità in quello che è il mercato di streaming per il gioco competitivo più vasto del mondo.

Articolo bottom

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome