banner EAG2020 Article 700×150

Si è conclusa la prima fase dei gironi dei mondiali di League of Legends che si stanno attualmente svolgendo a Berlino: sono i Worlds 2019 che accolgono le migliori squadre al mondo di ogni regione competitiva e offrono le sfide tra i giocatori più abili. Nomi come Faker, Caps e Uzi in questo periodo stanno lottando per conquistare il titolo di campioni del mondo: 24 squadre iniziali, oggi 16 dopo i preliminari, divisi in quattro gruppi da quattro. Ogni squadra deve affrontare due volte gli avversari dello stesso gruppo: solo le prime due passano alla fase successiva a eliminazione diretta. Nella prima fase, ovvero la sessione d’andata, solo due squadre sono rimaste imbattute. Qualche sorpresa, tanto spettacolo: e oggi, 17 ottobre, si riparte con i match di ritorno.

Fino ad ora il picco massimo di spettatori di questa competizione considerando tutte le piattaforme è stato di 2 milioni di persone. Un conteggio dal quale è escluso il pubblico cinese, sul quale non abbiamo la possibilità di avere dati certi (anche l’autorevolissimo sito EsportsCharts evita di pubblicare dati sulle visualizzazioni dalla Cina). Solo sulla piattaforma Twitch il picco massimo ha toccato le 914mila visualizzazioni. Per un totale di 54 milioni di ore di visualizzazione totali.

Le partite più viste sono state quelle degli SK Telecom che hanno catalizzato l’attenzione in tutti e tre i loro match contro RNG, Fnatic e Clutch Gaming. Spettatori totalmente estasiati dalle prestazioni dei coreani e a tutti gli effetti i tre volte campioni del mondo sono ancora la squadra più apprezzata in tutto il mondo. Affetto ricambiato dagli SKT che hanno vinto, dando spettacolo, tutte le loro partite rimanendo imbattuti finora, unici insieme ai G2 Esports.

Ed è proprio dal Girone A che partiamo.  I G2 hanno mostrato un gioco semplicemente inarrivabile per gli altri, un ritmo al quale le altre squadre non sono ancora riuscite ad adattarsi. Dopo di loro i Griffin (2-1) grazie alle vittoria nello scontro diretto contro i Cloud9. Totale disastro, per il momento, per gli Hong Kong Attitude, dai quali probabilmente non ci si poteva aspettare di più.

Gruppo B. Si pensava che i Fan Plus Phoenix potessero dominare il proprio girone ma le cose sono state più complicate del previsto. Non solo la partita persa all’esordio ma anche nelle successive partite le loro prestazioni non hanno affatto colpito. Sorpresa del girone sicuramente il J Team. Per ora un solo game divide le 4 squadre, tuttavia, lasciando il passaggio del turno totalmente aperto. Sia per gli europei Splyce che per i vietnamiti GAM.

Gruppo C. In quello che è stato denominato “il gruppo di ferro” i Fnatic sono entrati sicuramente in difficoltà: la seconda posizione rimane in bilico tuttora.Come accennato comandano gli SKT, che hanno vinto una partita spettacolare contro contro i Royal Never Give Up, che tuttavia hanno dimostrato di avere un teamfight spettacolare. Per i Fnatic serve un miracolo adesso per passare, come successo due anni fa con la rimonta da 0-4 a 4-4. Qualificazione quasi irraggiungibile invece per i Clutch: per condannarli manca solo la matematica certezza.

Gruppo D. Invictus gaming sembrano avere una marcia in più. Nel summer split hanno mostrato qualche difficoltà, ma ai Worlds sembrano tutta un’altra squadra. Sono caduti, però, contro i Damwon Gaming, a loro volta sconfitti all’esordio dai Team Liquid in un girone che si presenta adesso totalmente equilibrato con tre squadre a due vittorie e una sconfitta. A eccezione, ovviamente, degli AHQ: tre sconfitte ed eliminazione quasi certa.

 

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome