banner EAG2020 Article 700×150

League Of Legends è un fenomeno. Gli aggettivi attorno al Moba (Multiplayer Online Battle Arena) più famoso del mondo si sprecano ormai ogni giorno. Dieci anni di vita e di successi crescenti non sono frequenti, negli anni Duemila, in nessun altro campo dell’intrattenimento digitale, dove le mode vanno e vengono con una rapidità spesso disarmante, per chi vuol provare a comprenderle.

League of Legends, invece, rimane. A dieci anni dalla sua pubblicazione il titolo di Riot Games, è più vivo che mai, giocato ogni giorno da milioni di persone, migliaia delle quali animano anche una scena competitiva che non ha eguali, nel mondo. Al gioco in sé col tempo si è aggiunto, come per evoluzione naturale (del business) un sacco di merchandising e l’apertura agli altri media. Gli eventi del decennale hanno incuriosito anche qualche giornale tradizionale, ma le novità più interessanti vengono dal piccolo schermo.

Lo scorso anno su Netflix il primo “esperimento”. Un breve documentario, intitolato “7 Days Out”. Un video tutto dedicato agli esports che raccontava in forma di videodiario, sette giorni di vita a fianco dei player del Summer Split statunitense. Oggi Netflix va oltre, con un lungometraggio che presenta la storia del gioco, dal titolo “League of Legends Origins”, un vero e proprio documentario di quasi 1 ora e 20 minuti (1h 17m, per la precisione), che racconta l’ascesa del Moba dalla sua pubblicazione fino all’altro ieri.

La regia del film è di Leslie Iwerks, celebre per The Pixar story (2007), che le fruttò anche una nomination agli Emmy Awards, che stavolta ha rivolto il suo obiettivo verso la creazione di Epic Games, raccontando la rapida evoluzione dal periodo di lancio ad un oggi nel quale League Of Legends è uno degli esports più giocati al mondo. Proprio sul fenomeno esports si sofferma la regista, raccontando lo sviluppo che parte dalla prima stagione della League e arriva all’LCS, la League of Legends Championship Series, il massimo livello del videogame competitivo in America. All’interno del documentario si trova anche un cameo della famosa streamer Imane “Pokimane” Anys.

Ma il rapporto di League Of Legends con la televisione non finisce qui. Per il prossimo anno infatti è già stata annunciata Arcane, una spettacolare serie animata che si ispira proprio al famoso Moba. Una serie che probabilmente (la fan base ne è convinta, quantomeno ci spera) scaverà nel passato di due dei personaggi più amati dai fan, Vi e Jinx. Nessuna info ufficiale, ma il finale del trailer, pubblicato qualche giorno fa su Youtube, sembra piuttosto eloquente.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome