Articolo top

Le quote rosa arrivano anche negli eSports. Senza bisogno di interventi legislativi o obblighi normativi. Per la nuova stagione di League of Legends, il team Vaevictis Esports ha ingaggiato un roster di sole donne.

LA PRIMA VOLTA – Non era mai successo in precedenza che una squadra di sole donne partecipasse a un torneo ufficiale di Riot Games. LLeague of Legends Continental League (uno dei tornei più importanti dell’Europa dell’Est) sarà ai nastri di partenza il 16 febbraio e il team russo vuole migliorare i risultati dello scorso anno, quando si salvò per un soffio dalla retrocessione in serie B.

L’ESORDIO – Nella rosa di Vaevictis ci saranno, dunque, Diana “Tr1ggered” Ivanchenko; Aida “Merao” Kazaryan; Elena “VioletFairy” Koval; Ksenia “Trianna” Mescheryakova; Nataliya “Ankote” Zayko. Nel primo match se la vedranno contro Gambit Esports e Dragon Army.

MONDO MASCHILE – Piccoli passi per un’apertura totale del mondo dei videogiochi e degli eSports, ambienti ancora tanto “maschili” sia per numero di fruitori che per guadagni economici (ma questo è un problema diffuso in tutti i settori). Una delle professioniste più famose, Sasha Hostyn, più di 140 tornei e otto anni di carriera all’attivo, ha guadagnato circa 200 mila dollari finora. Ben lontana dagli standard dei più noti streamer maschi.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome