Torna la serie dedicata ai soci di IIDEA: questa volta abbiamo scambiato due chiacchiere con Federico Brambilla, co-founder del Team Exeed.

Non è mai facile dare una definizione di esports né tantomeno riuscire a seguirla. Ci hanno provato gli Exeed, una delle organizzazione esports italiane più seguite, trovando alla fine la formula giusta e diventando probabilmente la prima in Italia a capire come sfruttare al meglio i content creator legati al gaming per rendere l’esports sostenibile nel medio e lungo periodo.

Dall’ingresso su Fortnite con Rekiins fino agli innumerevoli risultati ottenuti, passando per le varie collaborazioni, tra cui vantano quella con il Cagliari Calcio. Rocket League e soprattutto Call of Duty gli ultimi innesti, sia competitivi che come spettacolo. E un’aspettativa per il prossimo anno: anche in Italia la nascita di una lega in franchising, parola di Federico Brambilla, presidente di Exeed che abbiamo intervistato nel nostro percorso di approfondimento sui soci di IIDEA, l’associazione italiana di categoria del mondo videoludico e esports.

banner APP ESM 700×150

1 commento

  1. Fantastico approfondimento sul mondo esport, aiuta a comprendere meglio cosa c’è oltre alla competizione, Federico Brambilla spiega anche cosa ha bisogno questo ecosistema per il futuro e la sua sostenibilità. Grandi ragazzi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome