I Macko si impongono per 3-1 nella semifinale del Loser Brackt del PG Nationals di League of Legends: è la seconda squadra italiana qualificata per l’Europa.

L’eredità dei Racoon non è morta, anzi: è viva e lotta insieme ai Macko. Il passaggio di proprietà sotto il brand Macko Esports non ha cambiato i valori in tavola, confermando ancora una volta l’enorme capacità di Andrea “Korax” Planamente, manager dell’organizzazione, di saper costruire un roster adeguato per competere in Italia e in Europa. Lavoro che si avvale per il terzo split consecutivo dell’head coach russo Roman “D2k” Lanskoy, quest’anno coadiuvato da Riccardo “Rharesh” Tata, passato da giocatore a coach, e di Sergio “Annibal” Leoni, analyst alla sua prima esperienza sul grande palcoscenico ma ciò nonostante abile nel sapersi integrare immediatamente nel team.

Primi alla fine della regular season, i Macko avevano perso al primo turno di Winner Bracket proprio contro i Samsung Morning Stars per 3-1, complice alcuni mancati adattamenti in draft allo stile degli SMS campioni in carica. Criticità che sono state invece ampiamente risolte nel match per l’accesso alla finale, chiusosi con lo stesso punteggio ma questa volta a favore dei Macko. A frenare gli SMS dalla loro corsa verso la finale è stata la migliore esecuzione degli avversari, capaci di imporre non solo il proprio ritmo ai game ma la propria strategia sulla Landa, a partire da alcuni pick esotici, in particolare in corsia centrale: dopo la Annie mostrata qualche settimana fa, Sebekx ci ha fatto vedere quanto un pick come Nocturne, se ben inserito in una determinata draft, può essere devastante. Insieme al Mundo jungler di Cboi, pick che sta prendendo sempre più piede nel competitivo globale.

 

Con questa vittoria i Macko conquistano l’accesso alla finale di domenica 21 in cui affronteranno i Mkers: per i primi è la loro terza finale consecutiva considerando l’eredità passata dei Racoon, mentre per i secondi è la prima esperienza come brand ma di certo non come giocatori. Guubi e Click, per fare un esempio, hanno vinto tutte le finali disputate nei vari tornei a cui hanno partecipato insieme negli ultimi due anni, tra cui il Summer Split 2020 sotto la bandiera dei Samsung Morning Stars. Insieme a loro c’era Stenbosse, oggi toplaner dei Macko, che cercherà di portare DarkChri alla vittoria del suo primo PG Nationals, sfiorata un anno fa. E i Macko sanno come si fa: a gennaio 2021 hanno già vinto il PG Nationals di Rainbow Six Siege, sconfiggendo in finale proprio i Mkers. 

Oltre la finale per i Macko si aprono adesso le porte dell’Europa: la Top2 significa qualificazione all’European Masters, la Champions di League of Legends. In caso di vittoria partiranno direttamente dalla fase a gironi del Main Event, altrimenti dovranno cominciare il proprio percorso dalla fase preliminare di Play-In. L’obiettivo è adesso la vittoria finale, alla ricerca di una storica doppietta su League of Legends e Rainbow Six Siege, impresa finora riuscita, nel 2020, solo ai Samsung Morning Stars.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome