I videogiochi competitivi sono tra i protagonisti della fiera tecnologica che in questi giorni si tiene al Gazometro di Roma.

Secondo l’analisi Gaming & Esport realizzata da Cross Border Growth i due settori interessano ormai 2,7 miliardi di giocatori nel mondo per un valore complessivo di 175 miliardi di dollari: un fenomeno globale che ha ormai superato il livello di “nicchia” e che anche in Italia prende sempre più piede, coinvolgendo famiglie, club di calcio, settori sportivi e istituzioni. La stessa pandemia ha fatto capire a molti che digitale non significa virtuale ma più semplicemente che alcuni aspetti, in particolare le competizioni, possono essere seguiti anche attraverso un PC o una console.

È questo il motivo che ha portato la Maker Faire – The European Edition, la celebre fiera tecnologica dedicata a chi fa innovazione e che si tiene dall’8 al 10 ottobre 2021 presso il Gazometro di Roma, a dare ampio spazio anche agli esports, sia nella versione dal vivo che online. Tra gli ospiti di questa edizione di Maker Faire ci sono infatti due giovani e importanti realtà italiane, MCES e VESTA, che non mancheranno anche all’interno del palinsesto delle dirette dalla fiera digitale. 

La prima, MCES, è una multinazionale di successo che integra “sports + eSports”. Un’alchimia vincente costituita da due pilastri: da un lato gli allenamenti periodici sul campo per bambini e adolescenti supervisionati da sportivi professionisti, dall’altro i training di sport elettronico, con l’incubazione e la crescita dei futuri talenti del web. MCES ha anche un braccio italiano, MCES Italia di cui è CEO Pierfrancesco Iazeolla esperto di business e marketing sportivo e il COO Tommaso Maria Ricci, fondatore della Mundial Cup a Roma. “Oggi le discipline sportive più importanti si praticano anche online, dal calcio alla vela e grazie agli esports tutti possono avvicinarsi alla pratica quotidiana dello sport. L’Esport garantisce inclusione e socialità a tutti, anche ai giovani con disabilità, e permette di abbattere ogni tipo di barriera come hanno dimostrato gli atleti italiani alle Paralimpiadi”, ha sottolineato Ricci. 

L’altra realtà in calendario Maker Faire è Vesta, squadra di calcio hi-tech. nata dalla mente di alcuni giovanissimi imprenditori under 30, fra i quali Riccardo Carnevale che commenta “Noi del Vesta Calcio siamo onorati anche quest’anno di prendere parte dall’8 al 10 ottobre alla Maker Faire e siamo felici di portare il nostro progetto di esport insieme ai partner di MCES Italia. Il nostro progetto nasce pochissimo tempo fa e lo abbiamo pre-lanciato durante la scorsa edizione della Maker Faire ed è stato effettivamente rodato attraverso il campionato eSerie E dalla Lega Nazionale Dilettanti Lazio dove abbiamo vinto nella categoria proclub ora ci prepariamo ai play off per salire in eSerie D” e conclude “Stiamo attivando il Fut Competitive su cui abbiamo tantissime ambizioni e speriamo di fare anche lì un grande campionato per questa stagione esportiva portando a casa grandi risultati come nella scorsa stagione.”

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome