banner APP ESM 700×150

Ninja sarà pure il più famoso gamer professionista del mondo, ma non può proprio fare a meno di scatenare polemiche. L’ultima frecciata lanciata ha avuto come tema il football americano. L’influencer si è chiesto su Twitter come fosse possibile che le squadre di football dei college e della NFL permettessero a un kicker di sbagliare un calcio piazzato. “Ho la sensazione che negli Stati Uniti ci siano miriadi di kicker che non fallirebbero un semplice calcio”, ha scritto Ninja, definendo “ridicoli” errori di questo tipo da parte dei giocatori di football.

Il commento ha ovviamente scatenato una ridda di polemiche su Twitter. DuckyTheGamer, content creator per Fortnite mobile, ha forse fornito la risposta più ritwittata. “Non riesco a capire – ha scritto DuckyTheGamer facendo il verso al rivale – come facciano i giocatori professionisti di Fortnite a mancare il bersaglio”. Ma Ninja non si è fatto prendere in contropiede, definendo imbarazzante l’analogia fatta da DuckyTheGamer: in Fortnite non esistono posizioni, di conseguenza, ha spiegato, le variabili sono molte di più.

Un altro utente, SupaSaiyanPIG ha sottolineato come in Fortnite l’hitbox sia al massimo di due pollici: una bella differenza rispetto al football americano, dove si ha a che fare invece con un intero campo. Non è mancato poi chi ha ironicamente chiesto a Ninja se avesse mai praticato uno sport reale nella sua vita. E c’è stato anche chi gli ha fatto notare come nel football, dietro a un semplice calcio, si nascondano molte altre difficoltà: bisogna tenere conto del vento, della pressione psicologica esercitata dal pubblico quando si compete davanti a migliaia di persone, di quella proveniente dagli spettatori in remoto e via dicendo.

Ninja si è difeso come ha potuto, rivelando tra l’altro di aver davvero praticato uno sport nella sua vita, avendo giocato a calcio per ben 18 anni. Infine, ha chiuso la discussione spiegando che non era sua intenzione attaccare nessuno. “Una cosa che ho imparato oggi è che se sono curioso e incerto su qualcosa, non devo chiedere opinioni su Internet, perché mi stanno letteralmente facendo a pezzi”, ha concluso Ninja prima di eliminare il tweet dello scandalo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome