Articolo top

Dopo tante case automobilistiche e un olio per motori non poteva mancare l’essenziale: la benzina. Quella stretta con Riot Games e con la Lec, la League of Legends European Championship che parte domani, è la prima partnership, e dunque la prima esperienza in assoluto della compagnia olandese Royal Dutch Shell plc nel mondo degli eSports.

“ERFAHRUNG” DI SHELL – La compagnia della Conchiglia sarà protagonista di contenuti video specifici trasmessi settimanalmente a margine del campionato. Seguendo la “Baron Power Play con Shell V-Power” gli spettatori potranno ottenere codici che consentiranno livelli aggiuntivi di esperienza. Non per tutti però, ma solo per chi “esperienza” la pronuncia “erfahrung”, in tedesco. Già, perché la novità è riservata solo ai player di lingua teutonica (possessori di Carta Fedeltà Shell).

PIANO MARKETING LIMITATO E DISCUTIBILE – La scelta di marketing che prevede di “premiare” solo chi parla tedesco è per noi difficilmente spiegabile per tre ragioni: viviamo nell’epoca della globalizzazione (a maggior ragione in un settore senza confini come quello videoludico), Shell è partner di un Campionato Europeo, peraltro Shell è presente ovunque. Probabilmente la posizione dei manager di Shell, ad una prima esperienza di questo tipo, può essere nell’ottica del “vediamo come va quest’anno e poi, nel caso…”.

UN TOUR NEL GIARDINO DI CASA – Shell dimostra di avere una mappa limitata anche a livello territoriale: solo per i fan di Germania, Austria e Svizzera, l’accordo prevede infatti la possibilità di incontrare il nuovo partner di Lec anche in viaggio, durante l’iniziativa Tour Dacah Premier che distribuirà a tutti i contatti codici skin gratuiti. Purché dicano “danke”. Voi lettori cosa ne pensate?

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome