Definiti i playoff del Pg Nationals: gli Atleta vincono contro i Cyberground e sfruttano il passo falso dei Morning Stars. Difenderanno il titolo.

Appena il 25% di possibilità, una su quattro: ma nello sport e nel gioco le probabilità contano fino a un certo punto. Gli Atleta Esports, contro diversi pronostici della vigilia, piazzano la zampata finale e conquistano l’accesso ai playoff all’ultima partita della regular season grazie alla vittoria, inaspettata e forse insperata a un certo punto, contro i Cyberground Gaming. Complice la sconfitta dei Samsung Morning Stars contro gli Outplayed, gli Ate scavalcano in classifica proprio Counter (all’ultima partita da professionista a meno di ripensamenti) e compagni, conquistandosi la possibilità di lottare ancora per il titolo nella competizione di cui sono campioni in carica.

Il quadro playoff

Anche perché la vittoria contro i Cgg non è stata affatto scontata né semplice, anzi: c’è stato un momento della partita in cui, nonostante gli Ate fossero in vantaggio, sembrava avessero gettato al vento il proprio destino, come già accaduto altre volte. Se un teamfight in base nemica toglie, un teamfight al Baron, per loro fortuna, dà: cadono in quattro dei Cyberground, il Barone è nelle mani degli Ate, poi la corsa verso il Nexus nemico e il sollievo consapevole di aver ottenuto la qualificazione ai playoff. Gli Ate partiranno così dal primo turno di Loser Bracket nella sfida da dentro o fuori contro gli Outplayed di Brizz che hanno concluso al terzo posto. Nell’altra sfida del Winner Bracket troveremo invece Cyberground Gaming, secondi, contro i Macko Esports, ancora una volta primi in classifica.

Axolotl salvi

La sconfitta con gli Outplayed non è costata ai Samsung Morning Stars solamente l’esclusione dai playoff ma persino la condanna a disputare il relegation, ovvero a giocarsi la permanenza nella competizione con le due migliori squadre del Proving Grounds, la serie cadetta. Non sono infatti sufficienti i 40 punti ottenuti dall’aver chiuso al quinto posto in regular season, contro i 42 degli Axolotl Esports che possono tirare un sospiro di sollievo e per appena due punti pensare già alla prossima stagione competitiva 2023. Al relegation, come già annunciato, andranno anche gli Esport Empire, reduci da un ottimo Spring Split e da un disastroso Summer Split costellato da continui problemi.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome