Foto: @Ubisoft, Joao Ferreira
banner EAG2020 Article 700×150

La finalissima della nona stagione della Tom Clancy’s Rainbow Six Pro League si è conclusa con almeno tre vittorie. In primis ha vinto l’Europa, con i russi del Team Empire che, dopo una partita adrenalinica al meglio delle tre, sono riusciti a battere i nordamericani Evil Geniuses, diventando ufficialmente i nuovi campioni mondiali di Rainbow Six Siege.

La seconda vittoria è stata quella dell’eSports italiano, un fenomeno che nel nostro Paese può vantare più di un milione di appassionati. La risposta del pubblico italiano è stata al di sopra di ogni aspettativa: i biglietti delle finali sono stati venduti in soli tre giorni. Il pubblico proveniva da ogni continente, ma gli organizzatori hanno fatto sapere che, circa l’80% dei biglietti, è stato venduto a fan italiani.

Con 1500 spettatori a fare il tifo nel maestoso e iconico Palazzo del Ghiaccio, quello di Milano è stato uno tra i tornei più seguiti di sempre della serie di videogame Ubisoft. E al pubblico in sala si sono aggiunti i centinaia di migliaia di utenti che hanno assistito all’evento da casa grazie al live streaming della sfida in ben 14 lingue. In Italia è stata registrata una crescita di pubblico su YouTube del 77% rispetto alla precedente edizione della Pro League, che si è tenuta a Rio de Janeiro lo scorso novembre.

Infine, last but not least, ha vinto Milano, consacrata per un intero weekend come capitale mondiale dell’eSports. La Tom Clancy’s Rainbow Six Pro League è una competizione mondiale di altissimo livello, che, alla sua prima volta in Italia, ha generato un indotto di oltre mezzo milione di euro per il solo capoluogo meneghino. Un traguardo importante per il nostro Paese, che ha avuto l’onore, tra l’altro, di essere la prima nazione europea, dopo due anni, a ospitare la finale di una competizione come la Pro League.

Qui tutti i numeri della finale:

8 le squadre che si sono affrontate;
275.000 dollari il montepremi;
20 euro il costo del pass standard;
70 euro il costo del pass diamante;
1500 gli spettatori presenti al Palazzo del Ghiaccio;
– centinaia di migliaia gli utenti che hanno assistito alla sfida da casa;
14 le lingue in cui è stato trasmesso il live streaming del torneo;
77% l’incremento del pubblico su YouTube in Italia rispetto alla precedente edizione della Pro League;
oltre un milione gli appassionati di eSports nel nostro Paese;
oltre mezzo milione di euro l’indotto generato dall’evento nella sola Milano.

Qui sotto uno stralcio delle finali di Rainbow Six: 

 

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome