Il weekend appena trascorso ha lanciato i Fnatic in Europa ma non solo: ecco le squadre qualificate dalle Major Region.

La rincorsa dei Fnatic, il rischio Rng, l’assenza clamorosa dei Team Liquid: l’ultimo weekend di competizioni internazionali di League of Legends ha regalato emozioni positive in termini di spettacolo e per i tifosi delle squadre vincitrici, decisamente negative per chi sosteneva le squadre che non ce l’hanno fatta a qualificarsi al mondiale 2022 di League of Legends. Tra un mese esatto si partirà da Città del Messico e solamente una squadra manca ancora all’appello: la rappresentanate della competizione turca, la Tcl, che sarà determinata il 10 settembre. 

Niente Liquid

La più grande sorpresa è arrivata dal Nord America dove il team composto da grandi nomi della scena competitiva, Bwipo, Santorin, Bjergsen, Hans Sama e Corejj, è uscito sconfitto nella partita decisiva contro gli Evil Geniuses. Il Team Liquid non sarà pertanto al mondiale dopo quattro partecipazioni consecutive, durante le quali non sono mai riuscite a superare i gruppi. Si tratta di un altro cosiddetto super-team, dopo quello dei Vitality in Lec, che quest’anno non è riuscito a rispettare le aspettative, cedendo il terreno a una delle migliori formazioni dell’ultimo anno, gli Evil Geniuses, capaci di costruire invece un roster solido sfruttando anche talenti locali invece che puntare esclusivamente sull’Europa. Per gli Eg sarà inoltre la loro prima partecipazione al mondiale, aggiungendosi a Cloud9 e 100 Thieves.

Fnatic alla sesta

Chi invece è riuscito a raggiungere l’obiettivo minimo stagionale sono i Fnatic: dallo 0-2 contro gli Excel, a un solo game dall’esclusione dalla corsa al titolo e dalla qualificazione ai Worlds, il team di YamatoCannon è riuscito a invertire, soprattutto a livello mentale, la condizione dei giocatori resuscitando di fatto un giocatore che appariva ormai condannato all’oblio come Razork e affidandosi ancora al talento puro di Upset. Per i Fantic è la sesta partecipazione consecutiva al mondiale, la decima in assoluto, arrivata grazie alla vittoria sui Misfits per 3-0. E non è finita qui: i Fnc sono ancora in corsa per il titolo dopo aver superato persino i Mad Lions per 3-1. Prossimo avversario i Rogue, a Malmo, alle finali dell’Lec. Insieme a Mad (che partiranno dai Play-In), Fnatic e Rogue al mondiale ci saranno anche i G2 Esports, questi ultimi già sicuri di partire dal Group Stage.

Cina e Corea

Brivido per gli Rng, campioni dello Spring Split e dello scorso Mid-Season Invitational che rischiano di venire eliminati nella partita decisiva dagli Lng. La vittoria alla fine arriva per 3-2 e raggiungono così gli Edg, campioni del mondo in carica, che propri contro gli Rng avevano trovato il match vittoria che ha consentito loro di strappare il pass per i Worlds. Nel frattempo, pochi giorni prima, la Cina aveva anche determinato il primo seed con la vittoria dello split sui Top Esports andata in mano ai Jdg, tornati dopo due anni al successo nell’Lpl. Infine in Corea l’ultima ad aggregarsi sono stati i Drx, arrivati al quinto game contro i Liiv Sandbox, in quella che poteva essere l’ultima partita in assoluto di Deft prima di ritirarsi e rispondere alla chiamata della leva obbligatoria coreana. A loro si erano aggiunti due giorni prima i Damwon Kia, mentre Geng e T1 avevano già confermato la loro presenza la settimana precedente.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome