banner APP ESM 700×150

Il pubblico della splendida spiagga di Santa Teresa, a Salerno, era abituato al beach soccer ma, causa emergenza Covid-19, quest’anno si è dovuto “accontentare” dell’esports di FIFA20 e del calcio digitale. Accontentato per modo di dire perché l’evento, realizzato dall’associazione Santa Teresa Beach in collaborazione con il portale Tuttocampo, ha in realtà offerto uno spettacolo pari a quello degli sport tradizionali con la finale disputata dal vivo tra i due finalisti del torneo che ha visto partecipare oltre 200 giocatori da tutta Italia ed Europa. Iniziato il 6 luglio scorso, sono stati Diego “DonKwown” Varriale e il giovane Andrea “Sdc_Puscio” Pusceddu a conquistarsi l’accesso all’atto conclusivo

Ospiti d’eccezione della serata sono stati Nicolò “Insa” Mirra e Diego “Crazy_Fat_Gamer” Campagnani, compagni di squadra nel team Qlash, organizzazione che vanta tra le altre anche la collaborazione con l’Inter, abili nell’intrattenere prima del fischio d’inizio della finale i tanti presenti insieme a Luca Scafuri, speaker ufficiale della Salernitana: tra battute e risate, i due pro player hanno sfidato alcuni dei presenti in match 2 vs 2. Ma hanno, anche, raccontato al pubblico la loro esperienza negli esports, fornendo qualche consiglio a chi vuole intraprendere questa carriera: “Negli ultimi anni i numeri sono cresciuti in modo vertiginoso, il gaming può diventare un lavoro e la mia esperienza ne è la prova. Agli appassionati dico di giocare senza pressioni ma con impegno e costanza, ormai i videogiochi possono aprire veri e propri percorsi professionali.”

A vincere la finale, e ad aggiudicarsi in premio una futura PlayStation 5, è stato il salernitano Diego Varriale, nonostante una partenza in salita. Il cagliaritano Andrea Pusceddu aveva iniziato benissimo salendo subito 2-0 nel primo incontro, prima di subire la reazione di Varriale e vedersi rimontato fino al 3-2 finale. La seconda partita, già decisiva in caso di vittoria del salernitano, è stata invece molto più semplice: Diego si è imposto con un secco e tennistico 6-0 che ha chiuso definitivamente i conti. 

Soddisfatto, nonostante la sconfitta, Pusceddu: “Il mio avversario si è dimostrato davvero forte. Ho vissuto giorni bellissimi: essere arrivato in finale è per me motivo di orgoglio.” Sorridente e felice il vincitore che ha avuto l’onore di trovare il successo davanti al proprio pubblico di casa: “Vincere nella mia città è una sensazione bellissima. Ho partecipato all’evento da semplice appassionato di Fifa: è una vittoria che sorprende anche me. Complimenti al mio avversario e all’organizzazione, adesso attendo con ansia la seconda edizione.”

Ottimi sensazioni anche da Giuseppe Liguori dell’associazione Santa Teresa Beach, ente organizzatore dell’evento: “Ringrazio Beclay Agency, nostro Communication partner e tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto. Siamo contenti per la buona riuscita della prima edizione del torneo egames, in breve tempo abbiamo messo in piedi un evento innovativo e di livello nazionale.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome