Articolo top

C’è chi reagisce come Pac-Man e chi come Super Mario. Il modo in cui un giocatore esulta o si arrabbia di fronte al risultato di un match rivela molto sulla sua personalità. E, qualunque sia la reazione a fine partita, esiste un personaggio virtuale che si comporta allo stesso modo. È questa l’intuizione alla base di una curiosa ricerca condotta da Ballistix nel Regno Unito. Gli esperti dell’azienda di Micron Technology dedicata alle memorie e SSD per il gaming hanno analizzato le reazioni dei giocatori dopo una vittoria o un game over e stilato una divertente lista di dieci alter ego virtuali. E voi in quale personaggio vi riconoscete?

SONIC: IL VINCITORE COMPIACIUTO
Il 39% dei gamer britannici si comporta come Sonic. Questa categoria di gamer, davanti a una vittoria, non esita certo ad ammettere d’essere soddisfatto di sé. Anzi, magari assume la tipica posa alla Sonic per dimostrare tutto il suo compiacimento e orgoglio per il risultato. Questa tipologia di giocatore sente di meritarsi la vittoria e non lo nasconde.

BOOKER DEWITT DI BIOSHOCK INFINITE: L’INDIFFERENTE
Per il 36% degli intervistati non importa vincere o perdere. Sono del tutto indifferenti e, perfino nel caso delle peggiori sconfitte, non fanno una piega. In questo somigliano molto a Booker DeWitt, il personaggio principale di BioShockInfinite. Per tale tipologia di gamer ciò che conta è divertirsi.

KIRBY DI KIRBY SERIES: IL VERO SPORTIVO
C’è poi il giocatore in stile Kirby: per lui perdere è una vera seccatura ma, nonostante ciò, accetta la sconfitta con decoro, senza lamentarsi troppo. Stiamo parlando del 35% dei gamer britannici i quali, da veri sportivi, mantengono un atteggiamento positivo anche dopo un game over. Proprio come Kirby.

SUPER MARIO E LUIGI: IL TIRAPUGNI
Molti festeggiano la vittoria di un match come Super Mario e Luigi: saltando e tirando pugni in aria. Questo modo di celebrare è uno dei preferiti dai gamer, popolare tanto quanto i due personaggi grazie ai quali è passato alla storia.

RALPH: L’IMPULSIVO SPACCATUTTO
A chi non è mai capitato di lanciare il mouse o tirare pugni contro il muro dopo una dolorosa sconfitta? Circa un quarto dei gamer britannici sente il bisogno di sfogarsi e reagisce in modo impulsivo e fisico, in stile Ralph Spaccatutto. Ma, come per il simpatico personaggio della Disney, anche per il giocatore impulsivo il bisogno di sfogare fisicamente la propria ira dura pochi attimi. Passato il momento di rabbia, torna calmo e sereno.

TIDUS DI FINAL FANTASY X: L’URLATORE
Che vinca o perda, il giocatore alla Tidus si deve far sentire da tutti. Grida come un forsennato sia che abbia stabilito il punteggio più alto di sempre, sia che sia stato ucciso nel giro di pochi secondi. Si comporta da urlatore il 24% dei gamer britannici intervistati.

FORTNITE BATTLE ROYALE: IL BALLERINO
I balletti di Fortnite sono un vero e proprio marchio di fabbrica del videogame. Tutti i personaggi del titolo della Epic Games si lasciano trascinare dal ballo, che si tratti di Dab, floss dance, o Gangnam style. E una bella fetta dei gamer britannici, ben il 21%, al termine di un match, fa lo stesso. In fondo cosa c’è di meglio di una danza per celebrare la vittoria?

PAC-MAN: IL FESTAIOLO
Il 19% degli intervistati festeggia con un bello spuntino. Quale personaggio, se non Pac-Man, per prappresentarli? La strana creatura a forma di sfera gialla si apre la strada verso la vittoria mangiando, proprio come questi gamer celebrano i loro successi nel gioco con una puntatina all’angolo snack.

SQUALL DI FINAL FANTASY VIII: IL PIAGNUCOLONE
Come Squall di Final Fantasy VIII, questo giocatore si intristisce e piagnucola di fronte all’esito negativo di un match. Per fortuna non sono molti gli Squall in circolazione: solo il 16% dei gamer britannici dichiara di versare lacrime o addirittura smettere di giocare dopo una sconfitta. Sono pochi, ma lamentosi proprio come Squall.

DANTE DI DEVIL MAY CRY: LO SBRUFFONE
Si tratta di appena il 5%, ma è come se fossero molti di più. Perché? Perché non sono semplicemente spavaldi, alla maniera del giocatore del tipo Sonic, ma hanno bisogno di vantarsi dei propri successi sui social media. Tutti devono sapere quanto sono bravi. Per questi gamer, l’alter ego perfetto è Dante, il protagonista di Devil May Cry. Come loro vanno in giro a vantarsi, anche Dante vuole essere sicuro che agli altri non sfuggano le sue innumerevoli abilità. E se loro condividono i successi sui social, lui si mette in mostra con un dritto e un salto mortale all’indietro.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome