Il campionato italiano di League of Legends saluta una delle organizzazioni storiche della scena competitiva.

Nel 2023 i Dsyre, organizzazione che ha conquistato la qualificazione alla massima serie italiana di League of Legends, non saranno l’unica novità del Pg Nationals. Secondo nostre fonti vicine alle parti, i Webidoo avrebbero acquistato lo slot appartenuto finora ai Samsung Morning Stars, diventando l’ottava squadra del campionato italiano gestito da Pg Esports. A Dsyre e Webidoo faranno compagnia Cyberground Gaming, Axolotl, Gg Esports, Macko, Atleta e Outplayed.

Un’offseason travagliata

L’addio dei Samsung Morning Stars al Pg Nationals rientra all’interno di una offseason decisamente complessa per diversi team. Il campionato italiano è stato vicino a una quasi totale rivoluzione delle squadre partecipanti con Gg Esports e Axolotl che avrebbero potuto fare compagnia agli Sms vendendo lo slot. I primi non sono riusciti a trovare un acquirente disposto a soddisfare le loro richieste economiche per l’acquisto dello slot; gli Axolotl invece, dopo aver sondato il terreno, hanno preferito mantenere il proprio posto nel campionato. Entrambe le organizzazioni, secondo fonti a loro vicine, punteranno a investire sui giovani talenti della scena italiana e internazionale.

Qlash interessati

Per quanto riguarda lo slot dei Samsung Morning Stars i Webidoo non erano l’unica interessata all’acquisto. Tra le pretendenti spicca il nome del Team Qlash, organizzazione che aveva lasciato la competizione dopo lo Spring 2020, rinunciando a disputare il Promotion. I Qlash hanno avviato la trattativa con i Morning Stars mostrando interesse nel tornare nel Pg Nationals, interrotta poi nel momento in cui la sezione spagnola del team di Pagano ha ottenuto la qualificazione alla seconda divisione del campionato iberico Superliga in collaborazione con il club di calcio del Villareal: per questioni regolamentari di Riot Games, non è infatti possibile avere un team in una prima divisione e un team in una seconda divisione, anche se in leghe differenti.

L’eredità dei Samsung Morning Stars

I Samsung Morning Stars sono una delle squadre storiche del Pg Nationals, presente, anche se sotto il nome differente di Inferno Esports, fin dalla prima edizione del campionato. Sotto il brand Morning Stars, la squadra ha conquistato il titolo iridato nel Summer 2020, oltre alla finale disputata nello Spring 2019 e il terzo posto nello Spring 2021, split in cui giocava anche il jungler Yike che nel 2023 competerà in Lec con i G2 Esports. Il 2022 è stato un anno di luci o ombre per gli Sms: lo 0-14 dello Spring ha influenzato il resto del campionato, quasi ribaltato dalla qualificazione sfiorata ai playoff nel Summer. Infine il Promotion disputato con Dsyre e Dren, con il match decisivo vinto proprio contro questi ultimi e la conferma della presenza nella massima serie, almeno fino alla vendita dello slot. Gli Outplayed rimangono così l’unica squadra presente in tutte le edizioni finora disputate del Pg Nationals.

Il percorso dei Webidoo

I Webidoo sono invece relativamente giovani all’interno della scena competitiva di League of Legends. L’organizzazione è arrivata appena uno split fa con l’acquisto dello slot dei Mkers Academy in Proving Grounds, la serie cadetta del campionato italiano. I Webidoo hanno da subito presentato un roster strutturato per il livello del torneo, conquistando il secondo posto in regular season dietro i Dsyre. Le due squadre si sono poi affrontate anche nella finale playoff che ha visto trionfare i Dsyre e condannando i Webidoo a rimanere in Proving Grounds, almeno fino alla decisione di provare ad acquistare uno slot in Pg Nationals. Decisione concretizzatasi con l’accordo con i Samsung Morning Stars.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome