Los Angeles, USA - June 23: --- during the 2019 League of Legends Championship Series Week 4 at the LCS Arena on June 23, 2019 in Los Angeles, California, USA. (Photo by Colin Young-Wolff/Riot Games)

Dieci anni di League of Legends e appena due midlaner nella loro storia competitiva. Ha iniziato Reginald e ha proseguito Bjergsen nel ruolo da molti ritenuto più importante su League of Legends. Da oggi i Team SoloMid avranno un nuovo centrale: il tedesco Tristan “PowerOfEvil” Schrage, il quale diventerà il terzo midlaner di sempre dell’organizzazione. I TSM hanno dovuto cercare un degno sostituto per rimpiazzare dopo sei anni Bjergsen, che ha deciso di ritirarsi dal League giocato per passare al ruolo di Head Coach del team. 

L’arrivo di PowerOfEvil era stato annunciato da numerosi rumor ma solamente pochi giorni fa su Twitter i TSM hanno ufficializzato l’arrivo del giocatore tedesco che lascia così i FlyQuest dopo un’annata di primo livello: due finali disputate, Spring e Summer, e la prima, storica qualificazione al mondiale, fuori in un girone complicatissimo con Top Esports, DRX e Unicorns of Love, terminato sul punteggio di 3-3. Per i FlyQuest si è tratta del loro migliore anno di sempre in cui ogni singolo giocatore ha saputo brillare. Ma quasi nessuno di loro rimarrà nel team: oltre a PoE, accasatosi ai TSM, sono andati via anche Santorin, direzione Team Liquid, e Ignar, nuovo support degli Evil Geniuses recentemente ufficializzato che andrà a fare compagnia al nostro italiano Daniele “Jiizuké” Di Mauro. 

I TSM arrivano dalla vittoria, a tratti inaspettata, del titolo LCS dopo tre anni ma al contempo dalla disastrosa spedizione mondiale, chiusa sullo 0-6 nel girone. Per loro è un momento di piena ristrutturazione, dettata soprattutto dall’addio di Bjergsen. A rimanere dovrebbero essere soltanto il jungler, Spica, rivelazione del 2020, e il botlaner Doublelift. La permanenza di quest’ultimo è però legata all’arrivo o meno di un support import, da lui stesso richiesto: le attenzioni dei TSM si sono così concentrate su SwordArt, support dei Suning e recente finalista ai Worlds 2020. Affare attualmente in stand-by, bloccato dalle difficoltà di avere il visto cinese e dalla possibile doppia tassazione a cui sembra potrebbe essere sottoposto la sua retribuzione. L’alternativa, Palette del Team Flash, Vietnam, è già sfumata: il giocatore avrebbe rinunciato preferendo rimanere ad Hanoi. 

In corsia superiore potrebbe invece arrivare Huni, sebbene rimanga attualmente un grande punto interrogativo legato all’effettivo ingaggio di SwordArt. Se Doublelift dovesse abdicare, il suo posto toccherebbe a Lost, giocatore del’Academy che era stato girato agli Evil Geniuses nel computo dell’accordo che porterebbe Huni ai TSM. Un intreccio complicato ma determinante per gli equilibri non solo dei TSM ma della stessa LCS.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome