banner EAG2020 Article 700×150

Il primo dicembre 2018 apriva ufficialmente il nostro sito, Esportsmag, il primo quotidiano italiano dedicato interamente agli esports. Sono passati 12 mesi ed eccoci qui a tirare le somme del primo anno. Quasi 1851 articoli pubblicati, qualche ottimo scoop, la collaborazione per il libro “Esports, un universo dietro al videogioco“, edito dalla GN Media, ma soprattutto un sito aggiornato 7 giorni su 7, che ha presentato tantissime notizie vagliate, ragionate, verificate, grazie ad una redazione composta da persone competenti e appassionate. Continueremo da qui, fin da oggi, senza fermarci, ma senza dimenticarci da dove siamo partiti e del percorso fatto. Ecco dunque una selezione degli articoli più interessanti, e più letti, di questi primi 12 mesi, che vi invitiamo a rivisitare assieme a noi. Un grazie a tutti i nostri lettori e… Buon compleanno, Esportsmag!

DICEMBRE 2018 – Si accendono le luci sugli esports

Iniziava così, giusto un anno fa, il primo articolo targato Esportsmag. Il nostro sito si presentava fin da subito per quello che è: un progetto ambizioso che ha le sue fondamenta nel solido network di GiocoNews.it – da ormai dieci anni leader nel settore del gaming italiano – e punta a dare risalto a un universo altamente complesso e stimolante come quello degli sport elettronici. A un anno di distanza queste premesse si confermano, continuiamo a fare il possibile per raccontare gli esports a 360 gradi, cercando aiutare chi non li conosce a superare i preconcetti e le banalizzazioni, attenti però anche chi di esports vive ogni giorno, e merita attenzione, serietà e capacità di valutare le notizie per quello che è il loro effettivo valore.

GENNAIO 2019 – Esports come lavoro: da dove iniziare?

Le professioni all’interno del mondo degli esports sono tante e richiedono competenze varie e sempre in aggiornamento. Per chi è già del settore può essere facile muoversi, e anche cambiare posizione negli anni, seguendo corsi di formazione o aggiornandosi come autodidatti. Ma se un giovane vuole iniziare ora da dove conviene puntare? A gennaio abbiamo proposto un articolo su questo tema, ancora molto attuale, se avete intenzione di iniziare un’attività in qualche ambito degli esports potrebbe essere un buon punto di partenza.

FEBBRAIO – Dota Auto Chess: il gioco del momento spiegato in dieci punti

A febbraio si inizia a capire che Dota Auto Chess faceva sul serio. Un gioco che si proponeva come il fenomeno del momento, superando perfino Fortnite e Brawl Stars. Ma cosa è Dota Auto Chess, il titolo che è cresciuto di più nelle prime settimane del 2019, arrivando a oltre 100.000 giocatori in contemporanea nel giro di poche settimane? La risposta in questo articolo, che è uno dei pezzi più letti del mese di febbraio.

MARZO – Apex Legends: guida per diventare pro player

Apex non è un Battle Royale come gli altri. Unisce la rapidità di Call of Duty, la mobilità di Anthem e le acrobazie di Titanfall. Ho avuto la possibilità di avere a che fare con ogni sfumatura di ‘player’ di questo gioco: il novizio, il casuale, l’appassionato, il veterano, fino ad arrivare al proplayer. Se rientri nell’ultima categoria non avrai bisogno di questa guida, ma in caso contrario, ecco dieci utili (e pratici) consigli per migliorare sensibilmente ad Apex Legends!

APRILE – Ecco cosa significa essere un pro player: occhio all’immagine!

Ad aprile, mentre si continua a parlare della liaison tra esports e Olimpiadi, in Italia ancora ci si chiede cosa significa essere un pro player. Cosa è, o cosa dovrebbe essere un pro player per potersi definire tale, e per poter essere riconosciuto come tale? Ad aprile ce lo ha spiegato, con una serie di articoli, Fabio “WilliamShowGG” Ferrotti, manager, professionista del mondo esports recentemente impegnato con il lancio di un nuovo brand sportswear, Beaths. Ecco i primi consigli, sempre attuali, di Fabio.

MAGGIO – Tra RainbowSix e l’annuncio della nazionale di calcio negli esports

A metà maggio Milano si colora di bianco, rosso e blu. Sono i colori della Russia, quelli che sventolano in città per festeggiare il Team Empire, campione del mondo di RainbowSix. Il team europeo conquista la Pro League Season 9 di RainbowSix, sbaragliando i concorrenti. Per la finale mondiale del titolo Ubisoft, assieme ai russi si erano presentati FaZe Clan, LeStream Esport, Immortals, Evil Geniuses, DarkZero Esports, Nora-Rengo e Fnatic. Per la Milano degli esports è stato un evento epocale, basti pensare che quella di quest’anno è stata la seconda volta di una finale giocata in Europa, dopo la finale della Stagione V, che si tenne in Germania. Grande risposta di pubblico e grande spettacolo al Palazzo del Ghiaccio, adattato per l’occasione ad una delle competizioni più avveniristiche del momento.

Mese cruciale, quello di maggio, perché la Figc annuncia che anche l’Italia avrà la sua nazionale calcistica di esports. Grazie a una nota ufficiale pubblicata sul sito della Federazione italiana giuoco calcio apprendiamo che “La Figc entra nel mondo degli e-Sports con la Nazionale di e-Foot“. Ad oggi gli sviluppi concreti li stiamo ancora attendendo, ma il progetto va avanti, si lavora per l’Europeo 2020.

GIUGNO – I Mondiali di LoL tornano in Europa e negli esports arriva la Ferrari

A giugno arriva la notizia di un altro grandissimo evento che torna a far capolino in Europa, segno che gli esports cominciano ad avere un discreto peso specifico anche da queste parti. Dopo RainbowSix si tratta di League of Legends. Riot Games ha annunciato che le finali del mondiale 2019 si disputeranno a Parigi, con un salto a Berlino e Madrid per le fasi di qualificazioni all’atto conclusivo parigino. L’ultima volta che per la massima rassegna di LOL era stata scelta una vetrina europea era il 2015: allora toccò alla capitale tedesca.

Ma l’altra grande notizia è tutta di casa nostra: la Ferrari ha deciso di accendere i suoi motori anche nel mondo degli esports. La Casa di Maranello apre una sezione dedicata al sim racing (la branca specifica degli sport elettronici dedicata ai simulatori di guida), denominata Ferrari Driver Academy esports Team, all’interno della Ferrari Driver Academy (FDA).

LUGLIO – Fortnite: alla World Cup anche un italiano

Ancora un grande evento esports di caratura mondiale, e ancora un italiano tra i top. Alla Fortnite World Cup che si è giocata a New York a fine luglio l’unico italiano ad essere riuscito nell’impresa di qualificarsi è una vecchia conoscenza del mondo pro player (è stato anche nazionale di Overwatch), si tratta di Edoardo “Carnifex” Badolato (che alla fine è riuscito pure a portarsi a casa quasi 70mila euro).

AGOSTO – Esports in Tv: finale Fifa eWorld Cup 2019 su Italia 2

Il mondiale di Fifa, nell’O2 Arena di Londra, è stato l’appuntamento clou dell’anno, quello con il montepremi più alto della stagione: 250 mila euro per il primo classificato, 100 mila euro per il secondo. Dopo la Fifa eNations Cup di aprile, Mediaset ad agosto è torna a puntare sugli esport raccontando in diretta l’evento. Negli studi di Mediaset, accanto all’anchorman Franco Piantanida erano presenti Luca Pagano (fondatore del team QLASH) e Simone “Lamella” Sfolcini (caster, allenatore e player esperto di Fifa Ultimate Team).

SETTEMBRE – Nasce l’Esport Fest, Roma torna Capitale del gioco

Il successo degli esports anche in Italia ormai è chiaro, lo conferma la corsa a creare nuovi grandi eventi. Quest’anno nasce, a Roma, l’Esport Fest, idea di Esl Italia che verrà realizzata nel primo weekend di dicembredal 6 all’8, quando le porte del Palazzo dei Congressi, nel quartiere romano dell’Eur, si apriranno per fare spazio a tornei, convegni, tavole rotonde, workshop e show-match.

OTTOBRE – Addio WEL, finale annullata

Per tanti eventi esports di successo ce n’è anche qualcuno che non funziona. Disorganizzazione, confusione, regolamenti poco chiari o semplicemente “problemi organizzativi” non meglio precisati, all’origine di questi insuccessi. Sempre così. Ad ottobre è capitato alla World Esports League, competizione le cui finali si sarebbero dovute disputare tra 11 e 13 ottobre, ma che ha visto saltare tutto. L’organizzazione ha inviato delle comunicazioni ai finalisti del torneo annunciando che l’evento era stato ufficialmente annullato.

NOVEMBRE – La Lega ufficializza: “pronti per il grande debutto della eSerie A”

E veniamo all’annuncio più recente: tutto pronto o quasi per il lancio dell’attesissima “eSerie A”, la competizione di esports promossa dalla Lega Calcio. A svelarne indettagli è Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, intervenendo al panel “Esports: il panorama internazionale e le sfide da affrontare” durante il Social Football Summit in corso a Roma.

Articolo bottom

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome