Tra i temi che hanno attirato di più i lettori questa settimana c’è sicuramente quello dei problemi legati al mancato riconoscimento degli esports in Italia. Ma abbiamo dato spazio anche a tanto esport giocato, partendo da chi i tornei li organizza, come Pg Esports, primo protagonista della nostra serie di interviste in collaborazione con IIDEA, con uno sguardo anche in casa Activision Blizzard,  passando poi ai 10 player di CoD Warzone che hanno sinora guadagnato di più. Infine l’esperienza di Qlash nel mondo degli scacchi.

  • Nell’ultimo convegno di Aias, l’Associazione italiana avvocati dello sports, Jacopo Ierussi, ex responsabile Affari Legali di Gec, ora consigliere di Fide, la Federazione Italiana per le Discipline Elettroniche, è intervenuto con un approfondito studio che sottolinea l’importanza, per la scenza esports italiana, del riconoscimento da parte del Coni. “Il mancato riconoscimento degli esport in Italia – sostiene Ierussi – sta rallentando la crescita dei vivai e lo sviluppo del professionismo.
  • Potrebbe non sembrare un esport legittimato come Apex Legends e Fortnite, ma Call of Duty Warzone competitivo continua a evitare il dramma dei cheater e a beneficiare dell’assenza di un campionato classificato restando in cima a Twitch ogni settimana. Per questo abbiamo deciso di rintracciare i primi 10 player per guadagni più alti in termini di vincite totali nei tornei.
  • L’ingresso nel gruppo editoriale Amodei è indubbiamente un grande passo in avanti per PG Esports e l’intero settore competitivo italiano. Che sia la strada giusta per compiere il salto di qualità e avvicinarsi ancora di più al grande pubblico ne è convinto Pier Luigi Parnofiello, Ceo e founder di Pg Esports che racconta i nostri microfoni come è avvenuto l’incontro tra i due mondi.
  • I Qlash poco più di un mese fa avevano annunciato la loro volontà di entrare in contatto in modo più apprfondito con l’universo degli scacchi, ritenuto un’ottima opportunità per formare ragazzi e ragazze nel mondo del gioco a 360 gradiesports e videogiochi inclusi. Oggi arriva la prima iniziativa concreta mirata a condividere con gli appassionati e la propria community il mondo scacchistico, in particolare quello di massimo livello.

Altre news dal mondo del gaming:

 

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome