banner RoundOne 700×150

L’Università di Irvine (California) espanderà il suo programma di esports aggiungendo un team Valorant ai suoi team esistenti di Overwatch e League of Legends.

Valorant, sparatutto in prima persona dall’approccio orientato al team e con una grande attenzione al gameplay di qualità “è elogiato per gli sforzi dello sviluppatore nel sostenere la comunità, la rappresentanza e l’integrità nella competizione”. Così Mark Deppe, direttore dell’Uci Esports Università di Irvine (California), annunciando che dal prossimo autunno l’Università avrà un team di Valorant che si aggiungerà a quelli attuali, di Overwatch e League of Legends.

“Le azioni di Riot Games si allineano con le virtù e i valori che il programma Uci è impegnato a sostenere”, continua Deppe, “e inaugurando la competizione collegiale di Valorant, questo autunno, pensiamo di offrire un’entusiasmante opportunità per continuare la crescita e l’evoluzione del programma di borse di studio per gli esport”.

La squadra del club studentesco Valorant che rappresenta l’Uci è già considerata una delle migliori del paese. Ha vinto tornei nazionali, tra cui il Pacific Gauntlet, l’Uc Esports Initiative Invitational e le competizioni della Conference One dell’autunno 2020 e della primavera 2021.

“Siamo incredibilmente motivati a competere e rappresentare l’Uci“, ha dichiarato il giovane Andrei Go, presidente del club. “L’Uci Esports che finalmente entra nella scena di Valorant sembra un sogno che si avvera.”

Uci Esports assumerà un allenatore per la squadra di Valorant e ospiterà provini durante l’estate tra gli studenti già iscritti e quelli in arrivo. I giocatori riceveranno 2.000 dollari a copertura di parte delle tasse scolastiche e competeranno nel circuito first-party di Riot Games: il College Valorant Championship.

“Valorant è il titolo più visibile in Nord America per numero di spettatori e ha dimostrato di avere l’interesse e la forza di resistenza dietro un eSport di alto livello”, ha dichiarato Ronald Ly, assistente direttore di Uci Esports. “Riot sta usando questi riflettori per spingere le iniziative di diversità e inclusione nei loro piani d’azione ogni anno, quindi siamo estremamente entusiasti di partecipare a un nuovo titolo e a un nuovo genere che si allinea così strettamente con i nostri valori”.

La campagna Brilliant Future dell’Uci lanciata pubblicamente il 4 ottobre 2019, mira a sensibilizzare e sostenere l’università. Coinvolge 75.000 alunni ed è sostenuta da parte dei 2 miliardi di dollari di investimenti filantropici raccolti dall’Uci con l’obiettivo di aumentare il successo degli studenti, la loro salute e il loro benessere.

L’Uci Esports, focalizzato su competizione, comunità, intrattenimento e carriera accademica, è considerato uno dei programmi di esport collegiali più completi in Nord America sin dal suo inizio, nel 2016. Con l’espansione in Valorant, il programma gestisce attualmente tre squadre, tra cui le squadre vincitrici del campionato in League of Legends e Overwatch.

banner RoundOne 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome