banner APP ESM 700×150

La modalità competitiva di Valorant sta arrivando, parola di Ian “Brighteyz” Fielding. È per bocca del membro senior del team di sviluppo che scopriamo tutti i dettagli sulle partite competitive che arriveranno presto sul nuovissimo sparatutto di Riot Games attualmente in fase di closed beta. La modalità competitiva userà le stesse regole di gioco e lo stesso formato della modalità non classificata, ma si concentrerà sulla competizione vera e propria con un sistema di livelli che indicano la bravura e il talento di ogni singolo giocatore. Il sistema competitivo di Valorant è ancora nelle sue fasi iniziali e si evolverà nel tempo, ma i test della closed beta sono indispensabili per mettere insieme una piattaforma di competizione stabile ed affidabile.

“Il sistema – si legge nel suo comunicato – punta a risolvere alcuni dei problemi comuni che abbiamo visto affliggere i giocatori nelle modalità competitive e nei sistemi classificati di altri titoli. Terremo in conto delle vostre capacità personali in modo da capire quando state vincendo troppo facilmente e per assicurarci che voi e i vostri compagni di squadra veniate assegnati a scontri ben bilanciati”. Ci saranno dei requisiti di ingresso, molto semplici, per non svantaggiare nessun giocatore: per sbloccare la modalità competitiva bisognerà aver disputato un minimo di 20 partite non classificate.

Ci saranno otto gradi, ciascuno diviso in tre livelli: Ferro, Bronzo, Argento, Oro, Platino, Diamante, Immortale e il grado più alto in assoluto che porta il nome stesso del gioco: Valorant. Vincere le partite non sarà il fattore più importante per salire di grado e in caso di prestazioni eccezionali si potrà procedere più velocemente. Perdere partite e avere prestazioni pessime, però, ridurrà il grado dei giocatori. Brighteyz ci ha tenuto a sottolineare che le prestazioni personali avranno un impatto maggiore nella valutazione dell’abilità rispetto alle vittorie almeno nella fase iniziale.

Piazzare la Spike è più divertente con gli amici, per questo fino a 5 giocatori (un’intera squadra) potranno mettersi in coda tutti insieme l’unico limite sarà che ogni giocatore dovrà essere entro 2 gradi (6 livelli) da ogni membro della squadra. Ovviamente un team di amici perfettamente coordinato non dovrà mai affrontare 5 sconosciuti senza microfono per questo il matchmaking competitivo prenderà in considerazione le dimensioni dei gruppi già formati, e ottimizzerà automaticamente la partita in favore di formazioni simili nella squadra avversaria.

Anche il problema dell’inattività è stato affrontato: se non si gioca una partita competitiva per 14 giorni consecutivi, l’account verrà considerato inattivo e il grado nascosto. Nessun timore, riapparirà nuovamente una volta conclusa una nuova partita. C’è ancora qualche giorno da aspettare: non è stata comunicata una data d’uscita, l’unica indicazione fornita è che la modalità competitiva sarà disponibile poco dopo l’uscita della patch 0.49 a partire dall’Europa e dal Nord America.

Ecco un elenco riassuntivo dei punti salienti dell’annuncio.
● Bisogna completare 20 partite non classificate per sbloccare la modalità competitiva
● Ci saranno 8 gradi, con 3 livelli ciascuno tranne quello massimo
● Si entrerà in coda con gruppi fino a 5 giocatori (entro massimo 2 gradi di distanza gli uni dagli altri)
● Il grado viene nascosto se sono passati 14 giorni dall’ultima partita competitiva, ma non decade definitivamente.
● Il grado guadagnato nella closed beta non viene mantenuto al momento dell’uscita ufficiale

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome