Si svolgerà interamente online la seconda edizione di Ce l’ho Corto Film Festival, l’evento internazionale dedicato ai cortometraggi di autori e autrici emergenti, realizzato con il sostegno di Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. E ci sarà spazio anche per il gaming, con un dibattito, fissato per domani alle 18.30, nel corso del quale si parlerà della cross medialità del videogioco, spesso ispirato alle arti visive, alla musica, al teatro o al cinema.

Negli ultimi anni i videogiochi hanno proposto prodotti artisticamente innovativi, talvolta ispirati, talvolta ispiratori di altre arti. L’incontro con i professionisti del settore è un’occasione per presentare le novità di questa realtà in continuo mutamento, così da dare al pubblico la possibilità di conoscere alcuni giochi in uscita e di indagare le dinamiche produttive e distributive del videogioco indipendente.

Saranno ospiti del dibattito Roy Menarini (critico cinematografico, scrittore e docente universitario); Francesco Toniolo (professore di Linguaggi e Semiotica dei Prodotti Mediali); Andrea Dresseno e il progetto IVIPRO che mira ad agevolare le produzioni videoludiche sul territorio italiano; Simona Maiorano (sviluppatrice di videogames); Marta Ascari (compositrice cinematografica e videoludica); l’associazione Bologna Nerd.

Gli oltre 50 corti del Festival saranno disponibili sulla piattaforma streaming Open DDB e arricchiti da una serie incontri ed approfondimenti, per esplorare il mondo del cinema emergente, trasmessi sulla pagine social del Festival. I cortometraggi saranno disponibili a partire dalle ore 18 di mercoledì 25 novembre ogni giorno per 24 ore con replica speciale dell’intera programmazione domenica 29 novembre.

 

 

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome