Il commissario straordinario della Lega Nazionale Dilettanti, Gianfranco Abete, esalta il ruolo degli esports e quello della Lega nel nuovo panorama competitivo e annuncia la nuova eCup con 64 team e 1600 giocatori. Il sorteggio dei gironi in diretta Twitch.

Roma – Dal prossimo 9 febbraio, 64 team di calcio virtuale della Serie A terza categoria, si sfideranno della seconda edizione della Lnd eCup, la “prima competizione interleghe per salire sul tetto dell’Italia del Pro Cblub 11 contro 11 (PlayStation-Fifa22)”, promossa dalla Lega Nazionale Dilettanti. Una competizione rinnovata ed allargata, rispetto alla precedente edizione, quando a partecipare erano stati 27 team, come evidenziato in occasione della presentazione ufficiale dell’evento, andata in scena questa mattina a Roma, presso la sede della Lega. Il sorteggio dei gironi sarà trasmesso in diretta Twitch nella serata di oggi, 07 febbraio, alle 18:30.

“Con questa iniziativa prosegue il percorso della Lega che è già presente da anni sul fronte degli esports, peraltro anche in forma piuttosto avanzata – commenta il Commissario straordinario, Gianfranco Abete –, confermando anche il ruolo tipico della Lega Nazionale Dilettanti che è quello aggregante, in grado di unire società di diverse serie. Quest’anno con gli sport elettronici si registra anche una crescita importante, ospitando ben 64 squadre, confermando lo spirito che è nel Dna della lega, che è in grado di mettere insieme il settore professionistico con quello dilettantistico. In questo caso abbiamo a che fare con il calcio virtuale e non con quello fisico, ma merita comunque grande attenzione, soprattutto in tempi come quelli pandemici”, conclude Abete. “La Lega è dunque protagonista in un fenomeno globale e in un ruolo di collante tra leghe e squadre”.

Come funziona la eCup

Attraverso la nuova competizione promossa da Lnd, viene realizzata la suggestione di poter mettere l’una di fronte all’altra squadre di esport impegnate in diverse categorie, in riferimento al calcio reale praticato dal club “madre”, che aveva plasmato l’organizzazione di questa competizione, unica nel suo genere. Passando al calcio digitale promosso dalla Lega dilettanti, era stata istituita nel 2021 la prima LND eCup su piattaforma PlayStation in modalità “Pro Club” di Fifa, ossia in formato 11 contro 11. Una scelta dettata dall’amore per il calcio, sdoganata con grande successo nel campionato eSerie D e con un battesimo più che soddisfacente – in virtù delle 27 adesioni di team esports in rappresentanza di 17 club provenienti dalla Serie D e 10 provenienti invece dall’area professionistica”.

Come nella Fa Cup

Nell’attuale stagione e-sportiva, che ha visto la eSerie D passare da 2 agli attuale 3 gironi e l’eFemminile esordire anche nella kermesse internazionale “Italy Women’s eCup”, non poteva mancare l’avvio della seconda edizione della eCup LND con l’invariata formula del “tutti insieme ai nastri di partenza”, senza ingressi scaglionati e proprio come nella Fa Cup, il team esport di un club dilettantistico, magari di un comune di 1000 abitanti, incrocerà il joypad con quello che porta nome, stemma e colori di chi proviene dalla Serie A o dalla Serie B, la C o la Serie D. Tutti possono quindi giocarsi le proprie chances e il fascino aumenta, esattamente come nel torneo d’oltreamanica, quando le squadre di grande blasone vanno a giocare nei quartieri più sperduti e nascosti della campagna inglese. Nella eCup LND, sul fronte virtuale, accedono anche team di esports di società di Eccellenza, Promozione, prima, seconda o terza categoria.

64 squadre, 1600 egamers

Le adesioni per l’edizione 2022 hanno attirato 64 squadre, con il coinvolgimento di circa 1600 egamers. Un incremento che conferma la bontà del progetto in chiave Pro Club 11 contro 11, promosso con decisione da Lnd, per vivere il calcio, anche in formato virtuale, secondo quelli che sono i valori di una squadra, di un gruppo, della condivisione di uno “spogliatoio” con regole, rispetto e fair-play. Sono ben 17 i club provenienti dall’area professionistica tra cui Fiorentina, Udinese, Cagliari e 34 team di Serie D.

La LND ha un ruolo da collante

A confermare – ed esaltare – il ruolo della Lega è anche Massimo Ciaccolini, Segretario generale della Commissione di studio della Lega Nazionale Dilettanti: “La commissione esports e la Lega stanno svolgendo un lavoro importante per compiere questa autentica rivoluzione che ha interessato anche la lega nazionale dilettanti e che vede, anzi, la lega in fase particolarmente avanzata in questo tipo di lavori”, spiega. “Ora ci attende una stagione particolarmente intensa perché la nuova edizione della eCup è orientata alla crescita e sarà quindi un impegno significativo. La nostra lega svolge da sempre un ruolo di collante tra tutte le leghe e viene confermato anche in questa competizione virtuale”, aggiunge il Segretario. Annunciando anche il ritorno alle sfide “live”: “Non appena ci avrà lasciato liberi questa pandemia” spiega, “potremo anche riprendere le finali in presenza, che rappresenta ora il nostro più grande desiderio, per rivedere tutti faccia a faccia per tornare a fare questi appuntamenti che sono importanti e che hanno svolto anche un ruolo cruciale per superare le inevitabili resistenze che sempre ci sono di fronte a tutte le novità e nuove iniziative, come questa degli esports. È invece importante il ruolo di aggregazione ma anche di parità insito negli sport elettronici che viene compreso ed esaltato quando si può ammirare questi eventi dal vivo”.

Gli auguri di Chiellini

Durante la cerimonia di presentazione arrivano anche gli auguri di Giorgio Chiellini: “Volevo fare un grande ‘in bocca al lupo’ a tutti i giocatori e le giocatrici che si sfideranno nella eCup della Lega Nazionale Dilettanti e a tutti loro va un grande saluto”, commenta il capitano della Juventus e della Nazionale in un video messaggio.

 

Le 64 protagoniste

Serie A: Hellas Verona, Udinese, Empoli, CAgliari, Fiorentina
Serie B: Ternana, Ascoli, Reggina, Cremonese
Serie C: Palermo, Fidelis Andria, Monterosi Tuscia, Ancona, Carrarese, Viterbese, Mantova, Teramo.
Serie D: Novara, Muravera, Torres, Luparense, Crema 1908, Sangiuliano City Nova, Lornano Badesse, Afragolese, Cassino, Brindisi, Borgo San Donnino, Flaminia Civita Castellana, Trastevere, Sorrento, Insieme Formia, Varese, Audace Cerignola, Desenzano Calvina, Recanatese, Ostiamare, Leon, Rimini, Acireale, Aurora Alto Casertano, Fasano, Virtus Ciserano Bergamo, Giugliano, Us Follonica Gavorrano, Seravezza Pozzi Calcio, Villa Valle, Chieri, SAn Giorgio, Cavese, Mestre.
Eccellenza: Savoia, Ancerrana, Ladispoli, Livorno, Ponsacco, Riccione.
Promozione: Tempio
1 categoria: Football Acquaviva
2 categoria: Vesta
Futsal (con team esports Pro Club): Palermo C5, Spoting Grottammare, Futsal Andria e Città di Chieti.

La formula del torneo

La competizione si disputerà ogni mercoledì sera alle 21.30, a partire dal 9 febbraio 2022 e si concluderà presso l’headquarter Gtz Distribution a Mussolente (Vicenza).

La fase a gironi partirà il 9 febbraio con 8 gironi da 8 squadre che comprenderanno le squadre qualificate dalla fase preliminare (eSerie D), le aventi diritto in organico eSerieD (2021/22) e le squadre esports del Club professionistici che hanno accolto l’invito di LND.

Accederanno alla fase successiva le prime 4 classificate di ogni girone.

I sedicesimi di finale di svolgeranno dal 30 marzo (andata) e dal 6 aprile (ritorno) con eliminazione diretta tra le 32 qualificate. Previo sorteggio ed accoppiamenti, si procederà con gare di andata e ritorno ed eventuale spareggio in caso di parità di punteggio nei due match; Ottavi di finale dal 20 aprile (andata) e 27 aprile (ritorno) con eliminazione diretta tra le 16 squadre qualificate. Andata e ritorno con eventuale spareggio in caso di parità di punteggio nei due match. Fino al turno del Final eight, con svolgimento in presenza, previsto per fine maggio o al più tardi inizio giugno.

 

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome