banner RoundOne21 Article 700×150

Terminato il primo torneo esports “verde” al mondo: Giorgio Mangano su GT Sport e i B04 Star su Cold War i premiati.

L’Esl Flowe Championship ha chiuso i battenti della sua seconda edizione ma la prima con un’anima green: è infatti il primo torneo esports al mondo a compensazione di Co2, ideato per sostenere l’ambiente e sensibilizzare l’opinione pubblica, in questo la comunità dei videogiocatori, sulle tematiche green. Nel progetto sono stati coinvolti LCA-lab, società di ricerca e consulenza ambientale e ZeroCO2, società benefit che realizza progetti di riforestazione, afforestazione, messa a dimora di alberi in aree urbane ed extra urbane in diversi luoghi del mondo.

In particolare la Lca-lab srl ha simulato uno scenario per cui durante l’intero torneo, a cui hanno partecipato più di 1200 giocatori, le emissioni di Co2 hanno raggiunto quota 64.404 kg. Proprio per compensare tale emissione, l’azienda zeroCo2 ha piantato 160 alberi che assorbiranno la quantità equivalente di anidride carbonica prodotta e supportando al tempo stesso le famiglie contadine dell’America Latina, favorendone così il sostentamento.

Due i titoli selezionati per questo avveniristico esprimento: Gran Turismo Sport, in cui si è imposto il già conosciuto simdriver Giorgio Mangano, in arte Williams_Gio, e Call of Duty Black Ops Cold War che ha visto la vittoria dei B04 Star.

Con questo torneo abbiamo dimostrato che la compensazione di CO2 è un modello applicabile anche al mondo del gaming. Speriamo che questo possa essere uno stimolo per il settore e che possa aiutare a sensibilizzare anche i giocatori verso i temi ambientali e della sostenibilità, penso specialmente alle giovani generazioni”, commenta il CEO di Flowe Ivan Mazzoleni. “Il gaming è un mondo con cui condividiamo molte cose, come la voglia di diventare sempre più bravi divertendosi e anzi, crediamo che il videogioco sia una delle migliori forme di apprendimento, perché stimola attraverso continue prove ed errori. È proprio con un approccio del genere che attraverso la nostra app ad esempio aiutiamo le persone a migliorare anche nella gestione dei propri risparmi oppure a potenziare il proprio spirito imprenditoriale”.

“Siamo molto soddisfatti di quanto è stato fatto nel corso di questa edizione del torneo, il campionato si è rivelato una giusta intuizione e ha portato dei benefici concreti e misurabili attraverso i dati che abbiamo raccolto. A rivelarsi altrettanto efficace è stata la partecipazione entusiasta dei giocatori, degli spettatori e di tutto lo staff coinvolto in questo progetto, che hanno sposato appieno la tematica green dell’ESL Flowe Championship. Il percorso è tracciato, siamo certi che questa è stata solo la prima tappa di un bellissimo viaggio” ha dichiarato Nicoletta Schenk, Brand Communications Director di ProGaming Italia.

banner RoundOne 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome