Assegnati gli eSports Awards: ecco chi sono i premiati nella cerimonia londinese.

Premiati ieri 12 novembre a Londra professionisti, squadre e giocatori protagonisti degli eSports. Sono stati premiati per il loro contributo all’industria del gioco professionale nel corso degli Esports Awards, andati in scena nella capitale inglese, nella cornice del The Brewery. Oltre una ventina le categorie presenti per omaggiare i migliori tra personalità, atleti e titoli. Quest’anno una serie di nomi e volti nuovi hanno messo in evidenza un’evoluzione nel modo in cui il mainstream vede gli esport e l’intero mondo del gioco.

FORTNITE GAME OF THE YEAR – Il premio come Esports Breakthrough game of the year è stato vinto da Fortnite, grazie ai tanti tornei tenuti negli ultimi 12 mesi, che hanno visto la partecipazione di milioni di giocatori e un montepremi totale pari a 100 milioni di dollari.

NINJA MIGLIOR STREAMER – Il 2018 sarà ricordato anche per l’ascesa di Tyler “Ninja” Belvis, che ha vinto i premi come personalità dell’anno e miglior streamer. Famose le sue dirette dedicate a Fortnite, che hanno stracciato ogni record su Twitch.

FPS PIGLIATUTTO – La categoria che porta a casa il maggior numero di premi è quella degli Sparatutto in prima persona, gli Fps (dall’inglese First-person shooter): Overwatch, Cs:Go e Call of Duty, che conquistano otto premi in diverse categorie. Overwatch, di Blizzard, vince come miglior titolo dell’anno e miglior evento dell’anno con le Overwatch League, regalando alla casa di Irvine il titolo come miglior publisher. Il successo di Counter-Strike: Global Offensive, di Valve, è dovuto principalmente agli Astralis e a Oleksandr “s1mple” Kostyliev dei Natus Vincere. I primi, grazie alle sette vittorie di quest’anno, ottengono il premio come miglior team. Il secondo, grazie anche ai vari Mvp conquistati durante i vari tornei, vince il premio come miglior player nella categoria PC. Call of Duty, di Blizzard, conquista due premi grazie a Kenny “Kenny” Williams dei 100 Thieves (rookie dell’anno categoria console), a Clint “Maven” Evans (miglior caster) e Dillon “Attach” Price come miglior giocata dell’anno.

ALTRI PREMI – I Cloud9 vincono il premio come miglior organizzazione dell’anno. Jacob Wolf ed Espn Esports conquistano il titolo rispettivamente come miglior giornalista e miglior sito d’informazione. Mosaad “Msdossary” Aldossary (Fifa – Rogue) viene eletto come miglior giocatore nella categoria console, mentre Gabriël “Bwipo” Rau (League of Legends – Fnatic) è nominato rookie dell’anno nella categoria Pc.

PARTNER COMMERCIALE E HARDWARE – Intel e Nvidia si guadagnano il titolo di miglior partner commerciale e miglior hardware provider. La Evolved Talent Agency viene eletta come agenzia dell’anno, e infine Davis “Hitch” Edwards (OpTic Gaming) e Milos Nedeljkovic (Faceit) vincono rispettivamente come miglior fotografo e Unsung Hero.
UN PANORAMA IN EVOLUZIONE – I premi sono stati trasmessi su Twitch, YouTube, Mixer e Twitter. L’anno scorso la cerimonia sancì un ampliamento del significato di esport: basti pensare che il premio come miglior Esports streamer andò al Dr Disrespect, pur non essendo quest’ultimo legato realmente al mondo esportivo. Il riconoscimento al Dr Disrespect fu senza dubbio un “bellwether”, cioè un indicatore di come il panorama sembra pronto a evolversi negli anni a venire.
banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome