banner RoundOne 700×150

I G2, una delle più grandi organizzazioni di esports del mondo, continuano a investire nella scena femminile.

Le nuove arrivate nella famiglia G2 Esports si chiamano G2 Hel. La squadra, composta solo da giocatrici, è una delle migliori al mondo e si unirà al team Lec nel rappresentare l’organizzazione. Il nome G2 Hel trae ispirazione dalla mitologia norrena: Hel è infatti la potente dea della morte, figlia del dio Loki. Il roster del team è formato dalle giocatrici d’élite Olivia “Olizia” Nnenna Calistus, Agnė “Karina” Ivaškevičiūtė, Alena “Tifa” Maurer, Maya “Caltys” Henckel e Ève “Colomblbl” Monvoisin.Dopo la squadra tutta al femminile delle G2 Gozen, fondata nel 2021 per la scena di Valorant, i G2 hanno voluto continuare il loro impegno per accrescere la rappresentanza femminile negli esports.

«Non è un segreto che le donne siano estremamente sotto-rappresentate negli esports e nei giochi in generale – ha dichiarato Henckel, che attualmente detiene il titolo di giocatrice di League of Legends con il più alto Elo in Euw, oltre a essere quella con la maggiore esperienza in squadre con roster misti -. Da ragazza non avevo alcun modello femminile all’interno dello spazio del gaming a cui guardare e aspirare. A questo va aggiunto che, in quanto donna, ho avuto la mia parte di esperienze negative nei campionati, avendo ricevuto insulti e molestie durante le partite ufficiali».

«Sebbene la scena femminile di League of Legends sia ancora relativamente piccola, – ha continuato la giocatrice – G2 sta facendo un salto di qualità per migliorare il nostro roster e aprire la strada ad altre squadre. Il fatto che G2, una delle più grandi organizzazioni di esports al mondo, investa nella scena, aiuta a mostrare al mondo che ci sono donne che giocano a livello competitivo».

I G2 non hanno ancora annunciato in quale circuito giocherà il team. Questo perché Riot Games, editore di League of Legends, non ha ancora un circuito ufficiale in cui far giocare la squadra. Ma i G2 sperano che la loro decisione spinga gli organizzatori dei tornei e l’editore a dar vita a un circuito femminile di League, un po’ come è stato fatto in precedenza per Valorant. «Abbiamo preso d’assalto Valorant con la squadra G2 Gozen, che comprende cinque dei giocatori più dotati e sono tutte donne – ha affermato il fondatore e ceo di G2 Esports, Carlos ‘Ocelote’ Rodriguez. Non dovete aspettarvi niente di meno da G2 Hel. Domineremo divertendoci alla maniera dei G2».

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome