banner RoundOne 700×150

Ai nastri di partenza la seconda stagione del campionato italiano.

Dopo la prima edizione, e il successo, del 2021 PG Esports ripropone nuovamente l’Italian Rocket Championship con la seconda edizione. Si tratta del torneo dedicato a Rocket League, un ibrido tra auto e calcio capace di appassionare sia i giocatori quotidiani che gli spettatori più curiosi grazie alla sua intuività. Non sorprende, quindi, che il gioco si sia rivelato un successo, tale da attrarre l’attenzione di uno sponsor di altissimo livello come Air Action Vigorsol, già alla sua seconda sponsorship consecutiva per l’Italian Rocket Championship. 

Si comincia il 28 aprile

Dal 28 aprile sul canale Twitch ufficiale della competizione tornano le frenetiche sfide che mescolano il calcio a veicoli dalla folle velocità con il più importante torneo nazionale dedicato al titolo Psyonix. Ogni martedì e giovedì alle 19 gli appassionati potranno godersi il caos controllato di Rocket League: sarà uno spettacolo coi fiocchi grazie ai dinamici match tra i migliori giocatori del titolo.

Le squadre partecipanti 

Le 8 squadre partecipanti si stanno preparando proprio per regalare agli spettatori uno show formidabile, con cambiamenti e miglioramenti nel roster. I Cyberground Gaming, ad esempio, già una garanzia nell’edizione 2021, sperimenteranno un completo rinnovamento della squadra, mentre per gli Exeed squadra che vince non si cambia: hanno recuperato la squadra che ha sbaragliato gli avversari lo scorso anno, all’epoca parte dei NoFear Gaming. Questi ultimi hanno al contrario ricostruito la propria squadra da zero e tornano a testa alta portando sul campo da calcio Dead-Monster, uno dei migliori giocatori italiani di Rocket League. Gli HG Esport, anch’essi presenti lo scorso anno, proseguono il loro percorso con il giocatore italiano, ormai veterano, Alex837 e riconfermano anche la presenza del polacco Vesh. Scelte simili anche per il Cagliari Calcio Esport che mantengono il loro capitano, Alex19, ma aggiungono alla squadra Sikerino, un ex giocatore degli HG Esport che aveva dato filo da torcere agli avversari nelle fasi finali della scorsa edizione. I Reply Totem tornano con una novità: annoverano nel loro roster Polar, player inglese tra i più noti e abili del panorama esport. Non mancano, infine, le new entry: gli Esport Empire sono al loro debutto su Rocket League e si presentano con una squadra internazionale. Tra le loro fila, infatti, ci sono il player spagnolo Carca e l’olandese Thaz, entrambi con una notevole carriera sulla scena competitiva internazionale. Per la primissima volta si affaccia al mondo dell’esport anche Webidoo, azienda specializzata in digital transformation. Il loro roster sarà una sorpresa: l’unico giocatore noto è Gramma, la cui carriera ha fatto il salto di qualità con la vittoria allo scorso Promotion Tournament.

I commentatori 

A commentare e analizzare le sfide che si prospettano davvero agguerrite, una vera e propria schiera di caster. Saranno Marco “Laru” La Rosa, l’ideatore stesso del torneo, Mattia “Tristan” Mele, ex giocatore e caster dal 2019, Marco “Goli” Golinelli, che oltre a Rocket League, si occupa anche di Magic: The Gathering, Nicolas Ezequiel “Nickarg” Sosa, caster italoargentino in attività dal 2017 su Rocket League, Lorenzo “Kuma” Castiglia commentatore e analyst poliedrico che ha da poco seguito gli Amazon University Esports italiani e Piero “Tanatoss” De Bartolo, già caster per l’Italian Rocket Championship nelle edizioni passate.

Dalla community al competitivo

Grazie al lavoro strategico sviluppato sul biennio 2021/2022 da dentsu gaming (soluzione integrata del gruppo dentsu) Air Action Vigorsol torna nel ruolo di Presenting Partner della competizione come protagonista della scena esport italiana e primo sostenitore dell’Italian Rocket Championship, torneo nato dalla community del titolo Psyonix che ha ottenuto immediatamente il successo sperato. Dall’anno scorso la competizione è organizzata dal broadcaster di eccezione PG Esports con cui dentsu collabora da oltre 4 anni, che insieme al supporto di Air Action Vigorsol ha portato il torneo a un livello superiore, ammettendo ufficialmente Rocket League tra i titoli esport più seguiti anche nel panorama italiano.

banner RoundOne 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome