banner APP ESM 700×150

Per il secondo anno consecutivo Louis Vuitton torna protagonista nel mondo di League of Legends con la sua esclusiva custodia da viaggio che ha protetto la Coppa degli Evocatori, la Summoners Cup, durante il viaggio verso Shanghai dove è finalmente arrivata per essere consegnata alla squadra vincitrice dei Worlds 2020. Il trofeo sarà messo in mostra durante lo scontro finale dei mondiali tra i Damwon Gaming, coreani, e i Suning, cinesi, che si affronteranno al Pudong Football Stadium della metropoli cinese. 

La collaborazione tra Riot Games e Louis Vuitton era iniziata lo scorso anno con la partecipazione della casa di moda francese al più popolare evento esports del 2019, le finali mondiali di League of Legends a Parigi. La custodia è un baule realizzato su misura per la Coppa degli Evocatori, il primo del suo genere creato per un campionato esports, e mostrato per la prima volta lo scorso anno durante la conferenza stampa di presentazione della finale nella Torre Eiffel. Naz Aletaha, responsabile delle collaborazioni globali di Riot Games, ha sottolineato con entusiasmo quanto sia importante la prosecuzione di questa prestigiosa collaborazione: “La Coppa degli Evocatori è diventata un’icona globale, simbolo dell’abilità dei giocatori professionisti che si dimostrano degni di sollevarla e della passione di milioni di fan che sostengono l’esport di LoL da un decennio. È nella tradizione di Louis Vuitton celebrare i trofei più prestigiosi al mondo e siamo onorati che la Coppa degli Evocatori rientri tra questi.” 

Una collaborazione che va oltre la custodia del trofeo. Louis Vuitton ha infatti firmato anche gli abiti delle K/DA, il gruppo virtuale di superstar musicali che si esibiranno insieme alla musicista Lexie Liu durante la cerimonia di apertura della finale a Shanghai. Ma le collaborazioni per League of Legends non finiscono qui. Ieri, in occasione della premier del video del nuovo singolo delle K/DA, intitolato “MORE”, è stata rivelata anche la partnership con la Ducati: la scuderia italiana di Borgo Panigale ha progettato e realizzato digitalmente la moto utilizzata da Akali, una delle protagoniste del gruppo delle K/DA, all’interno del video. Un modo per permettere alla casa motoristica di lasciare la propria impronta nel mercato cinese e presentare i propri prodotti, come ha intuito Louis Vuitton, brand che in Cina è un vero e proprio esempio di stile e tra i più ricercati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome