banner RoundOne 700×150

Siamo ancora all’inizio, è vero, eppure due previsioni sembrano essere già state confermate dopo appena una settimana: G2 Esports e Rogue sembrano realmente i due team più solidi del campionato LEC. E con essi i loro giocatori: Rekkles, botlaner dei G2, Larssen e Hans Sama, rispettivamente midlaner e botlaner dei Rogue, guidano così la speciale classifica KDA della massima competizione europea. Addirittura Rekkles con un perentorio 47.

Per chi non ne fosse a conoscenza il KDA è un importante, ma non determinante, indicatore delle prestazioni di un giocatore di League of Legends. Indica il rapporto tra la somma di Kill (uccisioni) e Assist e le morti, Deaths, registrate in game. Rekkles, ad esempio, durante la prima settimana, in cui ha affrontato MAD Lions, SK Gaming ed Excel Esports, ha ottenuto in totale 25 kill, 22 assist e una sola morte: 25+22=47, da dividere per 1. Semplice matematica. Non altrettanto semplice ottenere, e soprattutto mantenere, un KDA così alto nell’arco di un campionato ma che dà comunque l’idea di come sia andata la prima settimana di LEC per il nuovo botlaner dei G2 Esports. Così come per la squadra che ha segnato appena 27 morti in tre partite.

Altrettanto bene sono andati i Rogue, vittoriosi sugli Excel, sui Fnatic e sugli SK Gaming. Già nel game d’apertura contro l’organizzazione britannica i Rogue hanno mostrato il loro vero volto, non più quello di un team che sorprende ma di uno pronto a confermare quanto di buono fatto nel 2020, stagione culminata con la prima storica qualificazione ai Worlds. Larssen e Hans Sama in particolare hanno subito impresso, andando a doppia cifra nel KDA dopo la prima partita. Incluso anche Odoamne, neo-acquisto per la corsia superiore e presente in Top5. 

Larssen ha ottenuto 13 uccisioni e 23 assist e una morte appena. La prestazione migliore è arrivata contro i Fnatic, partita in cui ha giocato Twisted Fate ottenendo 9 kill e 13 assist. Discorso ancora migliore per Hans Sama che alla fine della settimana ha ottenuto 21 kill e 23 assist. In particolare 17 uccisioni sono arrivate nell’arco di due game, tutte con Kai’sa, uno dei tiratori più in meta in questo momento. Appena tre le morti, le quali, tuttavia, fanno precipitare il KDA trovandosi al denominatore della frazione. 

Per G2 Esports e Rogue lo Spring Split 2021 si è aperto nel migliore dei modi. La domanda diventa adesso: quanto reggeranno? Appuntamento al 29 gennaio con la seconda settimana della LEC.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome