banner APP ESM 700×150

Sono il parco di divertimenti Gardaland e il Centro Sportivo Italiano gli ultimi due associati eccellenti dell’Osservatorio Italiano Esports. Il Cis, ente di promozione sportiva che vanta oltre 1 milione e trecentomila tesserati, entra a far parte dell’Osservatorio Italiano Esports per aumentare il proprio know-how in materia di videogiochi competitivi. Per Gardaland l’accordo rientra nella strategia dell’azienda di entrare nel settore dei videogiochi competitivi per esplorare le opportunità di questo mercato.

Scegliendo di inserire in modo sistematico gli esports tra le alternative messe a disposizione dai propri tecnici per formare i giovani tesserati il Csi dà un’ulteriore conferma che il videogioco competitivo può essere visto come un vero e proprio strumento educativo. “Il Csi, da sempre attento alla crescita e ai bisogni delle giovani generazioni, ha cercato di cogliere i molti aspetti positivi degli esports, considerandoli uno strumento di socializzazione che ha il potere di abbattere le barriere di differenze di età, genere, disabilità e possono sviluppare numerose abilità – dichiara Vittorio Bosio, presidente del Csi – Il Csi è sempre stato ricettivo sulle nuove sfide, anche quelle tecnologiche, e grazie ad Oies, che nel settore offre competenza e disponibilità, crediamo di poter iniziare insieme un percorso con l’obiettivo di portare e diffondere i nostri valori che da 76 anni ci accompagnano negli sport più tradizionali”.

Per quanto riguarda Gardaland l’interesse per gli esports è probabilmente figlio di un’evoluzione naturale del divertimento e dell’intrattenimento. “È importante, per un’azienda come la nostra, guardare al futuro” – dichiara infatti Aldo Maria Vigevani, Amministratore delegato di Gardaland – “e per farlo dobbiamo essere al passo con il mondo che ci circonda, le tecnologie e i trend attuali, ma soprattutto avere una mente aperta per essere pronti ad anticipare il mercato. Questa collaborazione ci permetterà di conoscere un mondo in fortissima crescita e ci darà l’opportunità di entrare in contatto con i migliori player del mercato”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome