banner Beaths 700×150

La Razer, azienda che ha saputo unire le prestazioni dei propri prodotti da gaming con il branding e un proprio stile di design, ha recentemente deciso di ampliare i propri orizzonti investendo con decisione anche sugli esports. Le prime sponsorizzazioni sono arrivate con gli Evil Geniuses, vincitori dell’ESL One: New York 2019, e con i Mousesports, organizzazione tedesca famosa in tutto il mondo. Da oggi Razer avrà una dimensione ancora più  globale con l’annucio della partnership con i Legacy Esports, team australiano. Una scommessa non da poco, quella portata avanti da Razer, considerato che la scena competitiva australiana non è ancora affermata ma sta ancora muovendo i primi passi nel proprio percorso di nascita e sviluppo. 

I Legacy Esports in particolare sono nati da una costola degli Avant Garde Ascension. Il team di League of Legends si separò dagli AGA creando i nuovi Legacy che successivamente entrarono anche nella scena competitiva di Overwatch nel 2017, abbandonata appena pochi giorni fa. Contestualmente la proprietà passò sotto la guida dell’Adelaide Football Club, la prima società di calcio dell’Australian Football League a investire negli esports. Nel corso del 2019 l’organizzazione è arrivata a contare oltre 30 giocatori spalmati su quattro team di altrettanti titoli: Fortnite, League of Legends, Starcraft II e Super Smash Bros. Tra loro i nomi più importanti sono indubbiamente Sean “Probe” Kempen, considerato a tutti gli effetti il miglior giocatore australiano di Starcraft II, e Chelan “Zoreh” Sherman, finalista alle Championship Series di Fortnite. 

L’accordo tra Razer e Legacy si basa su un reciproco rapporto di supporto: Razer fornirà sia le migliori periferiche attualmente in commercio che quelle in sviluppo, inserendo l’organizzazione tra quelle realtà che avranno la possibilità di provarle in anticipo e di fornire feedback in proposito. Una partnership significativa per l’affermazione dei Legacy Esports nel panorama non solo locale ma internazionale, come ha affermato Tim Wendel, Head of Esports: “Si tratta di un importante passo in avanti per noi. Abbiamo piani molto interessanti per questo 2020 e il supporto di Razer sarà fondamentale per realizzarli. Non ho dubbi che sarà a tutti gli effetti una partnership strategica che ci aiuterà anche ad alzare il livello dell’intera scena esports australiana.”

Banner DT9 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome