Il 21 gennaio parte la prima edizione della Valorant Challenger League italiana: otto squadre pronte a sfidarsi per il trofeo.

Il primo appuntamento della Challengers Italy: Rinascimento di Valorant, competizione organizzata da Riot Games in partnership con PG Esports, è alle porte. A partire dal 21 gennaio, 8 squadre provenienti da Italia, Svizzera e Grecia si sfideranno per aggiudicarsi l’accesso all’Ascension Tournament, primo step per accedere alla lega continentale dello sparatutto tattico targato Riot Games.

Verso l’Europa e oltre

Il Challengers Italy Rinascimento rappresenta una grande opportunità per tutti i player italiani che aspirano ad affacciarsi alle competizioni internazionali. I Challengers hanno l’obiettivo di scoprire nuovi talenti tramite un sistema verticale di tornei che grazie alle oltre 20 leghe locali selezionerà le migliori squadre che si sfideranno nei tornei Challengers Ascension regionali (Emea, Americhe, Apac). I vincitori dei tornei regionali avranno quindi l’incredibile opportunità di partecipare, l’anno seguente, nelle Leghe Internazionali, ovvero il massimo livello dell’ecosistema competitivo di Valorant.

Il primo split del Challengers Italy Rinascimento, in programma dal 21 gennaio fino alla prima settimana di marzo, sarà trasmesso in diretta ogni sabato, domenica e lunedì sui canali ufficiali YouTube e Twitch di Valleague_it e saranno presentati da Filippo Burresi (alias Etrurian) e Gabriele Catterin (alias Wolcat), già caster e analyst di importanti tornei come i PG Nationals di League of Legends.

YouTube player

Le squadre partecipanti

A contendersi l’accesso alla prossima fase della competizione troviamo grandi e importanti team che da anni competono ai massimi livelli, oltre ad alcune new entry che lotteranno per un posto al sole nella scena competitiva nazionale. Di seguito tutti gli 8 team: Dsyre, già campioni italiani delle Agents’ Series e della Valorant Regional League: DACH nell’ultimo mese, si presentano ai nastri di partenza con un palmares già molto importante; Macko, 3 titoli della League PG Nationals negli ultimi due anni, sono una delle squadre di maggior successo in Italia. Poi i Qlash, tra le realtà eSport italiane più conosciute al mondo, hanno conquistato già due volte il titolo di miglior team italiano agli Italian Esports Awards. 

Outplayed, uno dei team italiani più longevi, sempre all’opera su tutti i principali titoli di eSports in Italia e a livello internazionale. Hmble, giovane organizzazione italiana con grandi ambizioni. Sono pronti a dare battaglia a tutti i team di questa prima edizione del Challengers Italy. Wlg, squadra leader della scena esport in Grecia, approda in Italia per ovviare alla mancanza di un Challengers nel loro paese. Grazie a un imponente investimento, i Wlg portano in Italia i loro campioni. I Gmt, Organizzazione svizzera che fin dai suoi primi anni di vita ha ottenuto molti importanti successi, già parte della VRL: CIS, che ha dominato nella prima qualificazione con volti noti della scena italiana. Infine gli Axolotl, altra giovane realtà italiana che ha subito investito nelle competizioni di Valorant.

Il formato del torneo

Queste 8 squadre si affronteranno in un torneo double round robin BO1, dove 4 di loro si qualificheranno per le fasi finali. Ci saranno quindi 14 giornate di streaming tra il 21 gennaio e la prima settimana di marzo, concluse le quali si svolgeranno i playoff giocati dalle prime 4. I Playoff si svolgeranno secondo la formula della doppia eliminazione: le prime due classificate si affronteranno tra loro, cosa che faranno anche la terza e la quarta in classifica. 

Il vincitore della sfida tra terzo e quarto classificato, e il perdente della sfida tra primo e secondo classificato si affronteranno per un posto in finale. Le fasi finali termineranno all’inizio di giugno, con la conclusione del secondo split. Pochi giorni dopo sarà già tempo di Ascension Tournament per un posto nella lega continentale.

 

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome