Torna la grande eSerieD griffata Lega Nazionale Dilettanti. Il Campionato d’Italia “in campo” da stasera, lunedì 23 novembre 2020, alle 21.30, su PS4 in modalità ProClub. Al via il Round 1 della Serie D in formato eSport. Le prime 16 squadre “affilano i Joypad” per aggiudicarsi il titolo della nuova stagione.

Il Campionato d’Italia torna ad accendersi su PS4. Da lunedì 23 novembre infatti, la Lega Nazionale Dilettanti è pronta a dare il fischio d’inizio al campionato eSport dedicato alla Serie D, con il Round 1 della nuova stagione. Dopo il successo in salsa rosanero del Palermo nella prima edizione, al termine della kermesse, un’altra protagonista della “Quarta Serie” potrà scrivere il proprio nome nell’albo d’oro del gaming della LND.

L’emergenza Covid-19 è ancora in corso ed è comprensibile quanto possa essere grande il rammarico di chi il calcio lo gioca e di chi lo segue dagli spalti. Tuttavia, in un momento tutt’altro che facile come quello attuale c’è stato e c’è un piccolo oggetto come il joystick e un palcoscenico virtuale come la console PS4, che concorre a tenere viva la passione, fa emozionare per un gol, stimola la competitività e rinforza la condivisione di un’identità. E’ con questo spirito che si apre la stagione 2020/2021 su piattaforma PS4 – FIFA 21 in modalità PROCLUB con la novità dell’11 contro 11.

L’avventura terminerà a fine marzo con la Final Eight di Gallipoli nel magnifico Resort “Le Sirenè – Caroli Hotels”, ci saranno le maglie di Varese, Fasano, Sorrento, Virtus Ciserano Bergamo, Luparense, Real Aversa, Mestre, Savoia, Casale, Villa Valle, Recanatese, Crema 1908, Derthona, Taranto, Latina Calcio 1932 e Nola. Nutrito il fronte della comunicazione con i consueti approfondimenti disponibili sul sito ufficiale esport.lnd.it e una grande novità: al “giro di boa”, sulla base dell’analisi statistica delle performance di tutti i player, nascerà anche la prima Rappresentativa eSerieD della LND la quale sarà poi impegnata, nei mesi a venire, nei principali tornei internazionali di eFootball.

Cosimo Sibilia, Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vice Presidente Vicario della FIGC: “Stiamo attraversando un momento estremamente complicato a causa di questa pandemia. Gli sforzi di tutti sono triplicati, la tenacia, la pazienza e la voglia di andare avanti nonostante le condizioni alle quali siamo sottoposti. Tra le tante necessità del momento c’è anche la grande voglia di sentirci vicini. La sezione eSport della Lega Nazionale Dilettanti, durante la pagina forse più buia, ha assolto questa funzione come meglio non avrebbe potuto e sono felice di porgere i miei migliori auguri ai player che stanno per dare vita a questa seconda edizione della eSerieD che vedrà tante maglie gloriose delle nostre società sfidarsi tra loro, se pur in forma virtuale”.

Giuseppe Caridi, vice Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e Coordinatore dell’attività eSport della stessa: “Dopo il grande successo della prima edizione la Lega Nazionale Dilettanti, con in testa il presidente Sibilia, ha voluto rilanciare l’attività eSport a cominciare dall’affascinante campionato dedicato alla Serie D al quale seguirà la Serie C femminile e l’esordio delle prime Rappresentative nazionali della LND. La disciplina ha il pregio di coinvolgere migliaia di giovani con la passione per il calcio, permette alle nostre Società di mettersi in luce anche su altri palcoscenici ed in questo momento storico così difficile, ci offre un’occasione in più per stare insieme, nell’attesa di ritrovare i nostri stadi pieni di calore e passione”.

Luigi Barbiero, Coordinatore del Dipartimento Interregionale della LND: “La prima cosa che mi sento di dire è che, come sempre, sono orgoglioso dello spirito che anima le Società della Serie D. Anche in un momento come quello che stiamo attraversando, si confermano lungimiranti, dotate di visione e organizzazione. L’esperienza del gaming istituita dalla Lega Nazionale Dilettanti è uno straordinario valore aggiunto per la comunità degli sportivi e per il brand della Serie D, oltre a favorire la condivisione di una passione così forte come quella per il calcio. In “campo” ci sono le maglie che ogni domenica “infiammano” i cuori dell’ormai noto Campionato d’Italia e anche grazie a questa vicinanza, supereremo questa pagina di difficoltà. In bocca al lupo a tutti”.

Il primo club a confermare la propria partecipazione è stato il Casale, vice campione della prima edizione ed autentica rivelazione della kermesse. Il team guidato dal calciatore Francesco Todisco è pronto ad affrontare la nuova stagione della eSerieD con la medesima filosofia che ha animato la prima esperienza. Un passaparola nato per caso, il quale ha dato vita in breve tempo a un team che ha saputo costruire la sua bella storia con entusiasmo, fino a sfiorare un successo che avrebbe avuto del clamoroso. Ne sono ben consapevoli i componenti del team, proprio a partire da capitan Todisco, la cui mente è tornata a concentrarsi sul manto verde del calcio giocato ma che è anche pronto a guidare i nerostellati “virtuali” attraverso la nuova sfida. Con lui, Giovanni Zammillo, Luciano Miccoli, Andrea Barberis e Cristian Spinoglio, al quale spetta il ruolo di portavoce del gruppo: “Quella da poco conclusa è stata un’esperienza unica per come è nata ed è finita! Siamo partiti per scherzo e per poco non ci laureiamo campioni del Campionato d’Italia alla “Play. Da ripetere assolutamente. Per me poi, che sono di Casale e tifoso del Casale e stato un onore…”. Torna “in campo” anche il Savoia terzo classificato, vittima in semifinale proprio del Casale. La formula dell’11 vs 11 prevista in questa nuova stagione risulta essere una modalità di gioco molto più cara ai player come ci spiega il capitano dei Bianchi in salsa eSport, Mattia Meo: “Siamo pronti a migliorare quello che abbiamo fatto nella scorsa edizione. La semifinale persa contro il Casale è ancora una ferita aperta. Avremmo voluto affrontare il Palermo in finale ma ormai quel che è stato è stato, bisogna guardare avanti. Se nella semifinale della Final Eight i nostri avversari hanno sfruttato alcune disattenzioni dei personaggi controllati dalla cpu, ora tutto è nelle nostre mani. Si gioca finalmente 11 contro 11 e potremo, quasi al 100%, essere artefici del nostro destino. Siamo molto contenti di partecipare nuovamente a questa competizione. Grazie alla Lega Nazionale Dilettanti – aggiunge Meo – il nostro mondo virtuale ha acquisito una visibilità mai avuta prima e questo non può che farci piacere. Sempre più società reali, grazie a questa competizione, allestiscono una sezione eSports con una squadra Pro Club. Pensare che noi siamo stati tra le prime società a creare un team Pro Club, insieme al Palermo e a pochissimi altri, mi riempie d’orgoglio. Per questo siamo obbligati a dare il massimo e dimostrare chi siamo. Rappresentiamo una società importante, una società che investe molto nel nostro settore e non possiamo non dare tutto. Non vediamo l’ora di affrontare le nuove squadre che parteciperanno e di rivedere i ragazzi che abbiamo già conosciuto. Rispettiamo tutti i nostri avversari – conclude – ma ovviamente vogliamo vincere. Siamo i Bianchi di Torre Annunziata, una città che vive di calcio e che ha fame di vittoria… come noi!”

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome