g2
banner RoundOne 700×150

In attesa dell’inizio del Six Invitational, dove ai nastri di partenza per la prima volta ci saranno anche i nostri Mkers, si conclude ufficialmente la prima stagione di European League. Un weekend ricco di emozioni e colpi di scena, che ha portato i G2 ad aggiudicarsi il titolo del Vecchio Continente.

Grandi favoriti alla vigilia, i BDS Esport hanno provato subito a mettere le cose in chiaro già dal venerdì. Dopo aver vinto agevolmente la prima mappa su Consulate con un 7-0 perentorio, Shaiiko e compagni hanno dovuto fare i conti con il ritorno dei Natus Vincere, capaci di rimettere insieme i cocci e riportare il risultato in parità su Club House (7-5). Nella mappa decisiva, però, tutto facile per i francesi che grazie al 7-3 su Kafe sono riusciti a strappare il biglietto per la finale. Molto più semplice, invece, il successo dei G2 sui Virtus.Pro. Netto il divario su Club House (7-2), combattuto il confronto su Kafe (8-7). Pronostici della vigilia, dunque, rispettati appieno.

La finale non ha deluso le attese, con G2 e BDS che hanno dato vita ad uno scontro senza esclusione di colpi. Prima mappa ai G2 all’overtime su Theme Park 8-7. Reazione rabbiosa dei BDS su Oregon e Coastline, dove i francesi si sono imposti con un doppio 7-4. I presupposti per chiudere i giochi su Club House c’erano tutti, ma sono stati gli attacchi a fare la differenza. Con un CTZN in versione carrarmato, i G2 ristabiliscono l’equilibrio (7-3). Il banco in casa BDS salta definitivamente su Consulate. Il 7-2 non lascia spazio a diverse interpretazioni, così i G2 salgono sul tetto d’Europa.

Nell’eterno dualismo tra Pengu e Shaiiko, questa volta è il danese ad avere la meglio. Il dato che emerge dalla finale e più in generale dalle ultime competizioni, invece, è uno solo: i BDS fanno fatica e non poco ad imporsi quando conta. È già successo contro gli Empire nel Six November Major ed è successo, nuovamente, ieri nelle Finals di European League. I transalpini, in ogni caso, restano ancora i favoriti in vista del Six Invitational. Servirà evitare, però, alcuni passaggi a vuoto. Emblematico, a tal proposito, il match con i NaVi. Nonostante la vittoria, i BDS hanno alternato una prestazione perfetta sotto tutti i punti di vista come su Consulate ad alcune sbavature su Club House. Dettagli che fanno la differenza, soprattutto se si gioca su più mappe.

In questi giorni, intanto, si sono consumati anche i match per la Relegation. I Rogue hanno mantenuto lo slot in European League, mentre i Cowana salgono ai piani alti direttamente dalla European Challenger League. Niente da fare per gli MnM

banner RoundOne 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome