Ubisoft svela maggiori dettagli sul programma esportivo di Tom Clancy’s Rainbow Six in Europa. La competizione inizierà il 22 giugno con la prima giornata della nuova European League, che rappresenta il massimo livello dell’esperienza competitiva di Rainbow Six Siege in Europa e vedrà sfidarsi 10 squadre online in un sistema a gironi per ogni fase della lega.

Per la Stagione 2020, le squadre che gareggeranno nella European League sono:

Le partite di questa fase della European League saranno trasmesse in diretta il lunedì e mercoledì, a partire dalle 18 CEST, sui canali esport Twitch e YouTube di Rainbow Six.

La fase finale della European League, con l’assegnazione del titolo di Campione d’Europa della stagione, è prevista per dicembre. Nel corso dell’evento, si terranno anche gli spareggi salvezza per determinare la line-up finale delle squadre che gareggeranno nella stagione successiva dell’European League.

Ubisoft ha quindi svelato anche un nuovo percorso verso il professionismo, basato sulla “European Challenger League”, che sarà alimentata dai tornei nazionali in tutta Europa. La scena esport europea di Rainbow Six trae la sua forza dai tanti abili giocatori in tutta la regione. A partire da questa stagione, la squadra Campione nazionale otterrà uno spazio nella prossima European Challenger League. A sua volta l’European Challenger League consentirà di accedere all’European League, in quanto le due migliori squadre della Challenger League avranno una chance di partecipare alla prossima stagione dell’European League. Le partite dell’European Challenger League inizieranno quest’autunno, ulteriori informazioni, tra le quali anche le date ufficiali, saranno comunicate nel prossimo futuro.

Il lancio della nuova European League, la nuova European Challenger League e i tornei nazionali in tutta Europa, come parte del nuovo ecosistema regionalizzato della scena esports di Rainbow Six in tutto il mondo, rappresentano la più grande evoluzione per il panorama competitivo di Rainbow Six Siege nei suoi quattro anni di vita. Tutti i programmi europei danno vita a uno scenario esport multilivello, che consentirà a giocatori di ogni abilità e livello di competere. Un sistema sicuramente più democratico e “aperto” rispetto a quello a franchigie utilizzato altrove negli esports.

Con la Stagione 2020, poi, Ubisoft farà un ulteriore passo in avanti nel rinnovare l’esperienza visiva delle sue leghe esport, inaugurando un nuovo e moderno studio di trasmissione per le partite della European League, European Challenger League e Divisione Asia-Pacifico Nord, che saranno trasmesse in inglese. Mentre le partite per le squadre professionistiche si svolgeranno online, il gruppo di commentatori si ritroverà in Francia, a Parigi, per trasmetterle dal nuovo studio. Tra le principali novità ci saranno:

  • Strumenti e risorse premium per assistere i commentatori durante la trasmissione.
  • Un’area dedicata agli analisti che consentirà di fornire informazioni approfondite.
  • Nuovi tipi di contenuti in aggiunta allo spettacolo che le squadre professionistiche terranno durante le loro partite, come dibattiti, articoli editoriali, contenuti interattivi e molto altro.
  • Miglioramenti tecnologici nel backstage, che daranno vita a una diretta streaming ancora più coinvolgente per gli spettatori.

Per ragioni legate all’emergenza Covid-19 non ancora risolta, il nuovo studio non sarà ancora operativo per i primi giorni dell’European League, perciò per le prime partite gli spettatori potranno vedere solo una versione limitata dello studio. Si tratta di una soluzione temporanea che, non appena la situazione lo consentirà, lascerà spazio alla forma finale e completa del nuovo studio.

In occasione di questo importante cambiamento nell’ecosistema esport di Tom Clancy’s Rainbow Six, Ubisoft celebra la storia della Rainbow Six Pro League con una iniziativa senza precedenti: i Rainbow Six Classics. Si tratta di una serie di partite che puntano a ricordare alcuni dei match più memorabili della Rainbow Six Pro League. Dopo quattro anni di competizioni e 12 trofei vinti dai team europei, i pro player di alcune delle più famose squadre nella storia della scena competitiva di Rainbow Six, si riuniranno con i compagni di mille battaglie per sfidarsi in match dall’alto tasso di spettacolarità. I  giocatori competeranno online con alcune limitazioni, per ricreare i match dell’epoca, come una lista di Operatori accurata alla loro effettiva disponibilità al momento in cui le partite originali sono state disputate.

  • Il primo match vedrà la sfida tra “Supremacy Classics” contro “Vitality Classics”, i due team saranno composti dai giocatori che si erano dati battaglia su Xbox One nella gran finale della Pro League Anno 1 Stagione 3.
  • Il secondo match sarà combattuto tra “ENCE Classics” e “PENTA Classics”, riportando in auge l’iconica rivalità tra i team che più si sono dati battaglia nei primi due anni della Rainbow Six Pro League in Europa.

Chi si collegherà per assistere in diretta alle due emozionanti sfide potrà effettuare donazioni a Medici Senza Frontiere. Inoltre, i fan che seguiranno i match su Twitch avranno accesso ad alcuni contenuti durante la diretta, tra cui il ciondolo Siege Pro League.

Banner DT9 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome