Secondo alcune fonti dirette che hanno familiarità con la questione contattate da Bloomberg, Nintendo prevede di adottare un chip della Nvidia con grafica ed elaborazione di nuova generazione per un nuovo modello di Switch previsto per la stagione degli acquisti di fine anno.

La nuova iterazione della Switch supporterà il Deep Learning Super Sampling di Nvidia, o DLSS, una nuova tecnologia di rendering che utilizza l’intelligenza artificiale per fornire una grafica ad alta fedeltà in modo più efficiente. Ciò consentirà alla console, che riceverà anche un aggiornamento del display OLED, di riprodurre immagini di gioco con qualità 4K quando collegata a una TV.

Il nuovo chipset della società statunitense avrà anche una CPU migliore e più memoria. Il supporto al DLSS richiederà l’aggiunta di nuovo codice ai giochi già usciti quindi verrà utilizzato principalmente per migliorare la grafica dei titoli in arrivo. Vi avevamo già raccontato che la nuova Switch avrà uno schermo OLED da 7 pollici di Samsung e che l’uscita della console sarà accompagnata da una miriade di nuovi giochi.

“La mossa dovrebbe fornire un maggiore supporto alla piattaforma da parte di sviluppatori di software esterni, quindi è sicuramente un grande vantaggio per le vendite di hardware e software”, ha affermato Kazunori Ito, analista di Morningstar Research. “Nintendo sta imparando bene dagli errori del passato, in particolare da quando la super-venduta Wii ha perso slancio molto rapidamente perché la console non era compatibile con le nuove risoluzioni ad alta definizione”.

Il calendario di rilascio dei nuovi giochi per Switch rimane per lo più vuoto per la seconda metà dell’anno, anche la società ha appena annunciato una nuova partnership con Niantic (lo sviluppatore di Pokémon Go) per produrre app per smartphone in realtà aumentata, la prima sarà a tema Pikmin e uscirà nel 2021.

Gli analisti prevedono che la nuova Switch sarà offerta a un prezzo più alto rispetto ai 299 euro del modello attuale, un costo invariato dal rilascio iniziale della console ibrida nel 2017. Matthew Kanterman di Bloomberg Intelligence prevede un aumento fino a 100 euro.

Il DLSS è stato introdotto per la prima volta come funzione di upscaling delle immagini nel 2018 e rimane un’esclusiva delle schede grafiche Nvidia. È un’aggiunta atipicamente avanzata per Nintendo che tende a optare per una tecnologia più matura e dal costo inferiore rispetto alle rivali Sony e Microsoft. La nuova Switch sarà anche in ritardo rispetto alle prestazioni complessive delle sue concorrenti next gen.

Se implementato, “il potenziamento della grafica è un selling point che mira ad attirare quei fan che vorranno giocare al prossimo Breath of the Wild, Pokemon o al nuovo Monster Hunter con la migliore grafica possibile”, ha affermato Michael Prefontaine, uno sviluppatore di Silicon Studio Corp. “Non sarà un grande richiamo per il solito target di Nintendo di famiglie e bambini, che sono per lo più guidati dai contenuti. Tuttavia, mostra che Nintendo vuole competere di più “.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome