Questa settimana abbiamo iniziato parlando di Lost Ark. Non si tratta di un gioco nuovo; eppure, sta ridefinendo il significato di popolarità. Il suo ultimo record è essere diventato uno dei pochissimi titoli su Steam a raggiungere oltre 1 milione di giocatori simultanei. Non solo, ma l’MMO simile a Diablo ora ha anche superato DOTA 2 diventando uno dei giochi più giocati nell’intera storia di Steam. Lost Ark È stato rilasciato per la prima volta in Corea del Sud nel 2019 per PC. Dopo aver riscontrato un enorme successo, Smilegate, il publisher, ha collaborato con Amazon per portare l’MMOARPG negli Stati Uniti e in Europa e ora è diventato uno dei giochi più popolari nella storia di Steam. Ma cos’è esattamente Lost Ark e perché ci stanno giocando tutti?

La community di Fifa 22 nel mirino di EA Sports. Un glitch, infatti, ha scombussolato i piani del publisher canadese. Grazie ad un processo molto semplice, i giocatori tramite la web app di Fifa hanno riscattato in maniera quasi illimitata una serie di ricompense su Ultimate Team. Come? Semplicemente aggiornando la pagina web e accedendo nuovamente nei premi delle Division Rivals.

Secondo fonti vicine all’organizzazione i Cyberground avrebbero trovato l’accordo con Michael “Rayito” Curtet e Alf-Kristian “Nash” Sund per la composizione della nuova botlane del team palermitano al PG Nationals di League of Legends. Rayito, botlaner spagnolo, è stato prelevato dalla panchina del team Case Esports, organizzazione fondata dal calciatore del Real Madrid Casemiro, nella seconda divisione iberica, da cui arriva in prestito; Nash, norvegese, arriva invece da svincolato dopo l’ultima esperienza con i Rebels Gaming come support in occasione dell’NLC 2022 Spring Qualifier.

La più importante competizione europea di League of Legends (LEC) ha concluso il girone di andata con i Rogue imbattuti con un perfetto inizio di stagione. Tuttavia il destino si è mostrato beffardo e la prima settimana del girone di ritorno li ha visti uscire sconfitti sia dagli Astralis che dai Misfits, rispettivamente ultimi e quarti in classifica, abbandonando così definitivamente il sogno di una stagione immacolata. Ecco l’intervista esclusiva rilasciataci da Markos “Comp” Stamkopoulos, botlaner dei Rogue, con il quale abbiamo analizzato le prime sconfitte della sua squadra, l’ambiente interno al team e i suoi pensieri rispetto l’ascesa delle leghe regionali europee (ERL).

“Siege è qui per restare”. Con questa dichiarazione di intenti si è conclusa la lunga presentazione dei contenuti che Ubisoft ha in programma per il suo longevo sparatutto tattico Rainbow Six Siege. Anche quest’anno, il settimo, sono in programma nuovi operatori, nuove modalità, bilanciamenti e, per la prima volta in 3 anni, nuove mappe anche per il competitivo. Ma andiamo con ordine. Innanzitutto, dobbiamo parlare di Demon Vail, la nuova stagione in arrivo su R6 e di Azami, la nuova operatrice giapponese direttamente ispirata ai bodyguard dei miliardari nipponici.

banner APP ESM 700×150

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome